Allergie ai cosmetici, conservanti sotto accusa per l'aumento dell'incidenza

Aumentano le allergie ai prodotti cosmetici, forse proprio per i conservanti che sono contenuti in larga misura al loro interno: secondo i recenti dati, negli ultimi due anni sarebbero aumentate del 10 per cento.

Allergie ai cosmetici

I conservanti dei cosmetici sono sotto accusa per le possibili allergie che potrebbero arrecare. I dermatologi inglesi, in occasione del congresso della British Association of Dermatologists, che si è svolta a Liverpool, hanno chiesto alla Commissione Europea di rivedere l'utilizzo e i limiti di due conservanti che sono usati molto spesso in cosmetici e detersivi.

Negli ultimi due anni, infatti, le allergie ai cosmetici sono aumentate del 10 per cento e gli esperti sostengono che la causa potrebbe essere proprio l'utilizzo di conservanti, in particolare di due tipi: sotto accusa l'uso del methylisothiazolinone e del methylchloroisothiazolinone, che troviamo un po' dappertutto.

Questi due conservanti sono presenti nelle salviettine detergenti, nei tonici, nei gel doccia, nei detergenti, nelle schiume da barba, nei prodotti per i capelli, nel mascara per gli occhi a anche in alcuni detersivi liquidi usati per pulire i piatti. Questi conservanti hanno causato in tre anni un incremento del 6,2 per cento di allergie da contatto, mentre i medici del St Thomas' Hospital di Londra sottolineano come nel 2010 fosse solo uno il caso a loro sottoposto e ben 33 nel 2012.

Per questo motivo sarebbe bene rivedere gli ingredienti dei prodotti di uso quotidiano, perché come sottolineato da Joh McFadden, dermatologo consulente proprio nell'ospedale londinese, i rischi sono molti:

Molti pazienti hanno sofferto di dermatiti persistenti sul volto, chiediamo alle industrie di non attendere futuri divieti imposti dalle legge ma di agire prima eliminando questi ingredienti spontaneamente.

Foto | da Flickr di yasminfalahatphotography

Via | Ansa

  • shares
  • Mail