E' vero che l'ovaio policistico fa ingrassare?

Una domanda alla quale non è difficile dare risposta, date le manifestazioni tipiche di questa disfuzione ovarica.


La sindrome dell'ovaio policistico è una patologia che colpisce comunemente le donne fertili dai 18 ai 44 anni, anche se in alcuni casi può manifestarsi anche prima del menarca, ovvero la prima mestruazione. E' caratterizzata da alcune manifestazioni visive molto eloquenti, perché la mancata ovulazione corretta da parte delle ovaie, bloccate dalle cisti che ne impediscono il corretto funzionamento, ha una ricaduta ormonale sulla donna: infatti i sintomi che manifestano la sindrome dell'ovaio policistico sono una triade fissa che compare sempre insieme, con irsutismo (aumento del pelo sul corpo dovuto all'eccesso di testosterone), disfunzioni del ciclo mestruale (amenorrea, ovvero scomparsa totale del ciclo, o oligomenorrea, mestruazioni con lunghi intervalli irregolari) e obesità.

L'aumento di peso è una delle conseguenze primarie dell'ovaio policistico, che proprio perché fa ingrassare improvvisamente è più facilmente monitorabile; la sovrapproduzione di ormoni androgeni dovuta all'ovaio policistico, non bilanciata dalla corretta produzione di estrogeni, può quindi portare ad ingrassare molto e in fretta. Per questo un incontrollato e inspiegabile aumento di peso, o semplicemente la difficoltà a dimagrire, vanno monitorati attentamente e tenuti sotto controllo con visite ginecologiche ed endocrinologiche oltre che dal dietista, perché potrebbe essere spia di un malfunzionamento delle ovaie dovuto a numerose cisti ovariche.

Fortunatamente la sindrome dell'ovaio policistico è curabile con terapie incrociate, che prevedono sia l'utilizzo di farmaci che vanno ad intervenire sul ripristino delle corrette funzioni delle ovaie nella produzione degli ovuli e degli ormoni estrogeni, sia un'attività fisica abbastanza intensa, al fine di arrivare ad un dimagrimento controllato che può aiutare a riattivare il metabolismo e ripristinare l'ovulazione. Ci sono inoltre buoni risultati nella cura della sindrome dell'ovaio policistico grazie alla medicina cinese con l'agopuntura, che va a intervenire sul sistema nervoso simpatico ritenuto, da alcuni studi, legato e responsabile dell'insorgere del disturbo.

Via | Pinkblog

  • shares
  • Mail