I batteri del frigorifero

I batteri del frigoriferoGuardando nel frigo, dritto al cassetto delle verdure, non si direbbe che proprio lì sono contenuti migliaia di batteri per ogni cm2. Eppure la funzione del frigo sarebbe proprio quella di conservare i cibi, soprattutto nei mesi più caldi quando il rischio di moltiplicazione dei batteri si alza.

Le temperature basse del frigo insieme con una pulizia regolare dovrebbero abbassare la presenza dei batteri vicino alla soglia consentita (la raccomandazione standard della CE per la preparazione 'pulita' degli alimenti e delle superfici di stoccaggio è di 0-10 ufc/cm2). Quando però trovano un terreno fertile, non particolarmente pulito, i batteri tendono a moltiplicarsi piuttosto velocemente.

L'igiene del frigo è quindi fondamentale se vogliamo evitare odori sgradevoli e muffe. Secondo gli esperti anche l' escherichia coli, la salmonella e la listeria sono batteri che possono facilmente proliferare nei cassetti all'interno dei nostri frigo.

Tuttavia pulire bene il frigo non è facile, bisogna stare attenti alle guarnizioni, nelle cui pieghe si annidano spesso germi e muffe; lavare gli accessori con acqua e sapone mentre per l'interno si consiglia una spugna imbevuta di acqua e aceto: asciugare poi tutto con un panno pulito.

Inoltre molti elettrodomestici in commercio sono costruiti con materiali antibatterici la cui speciale tecnologia distrugge i batteri che si depositano sulla superficie dopo sole 24 ore.

Via | Mail Online

  • shares
  • Mail