Come bruciare grassi correndo

carreraLa corsa è l’attività fisica più praticata e alla portata di tutti perché di semplice accesso. Non richiede attrezzature specifiche se non delle buone scarpe, un minimo di attenzione al fondo su cui si corre e alla respirazione. I vantaggi ci sono noti, perché si tratta di un’attività aerobica che ha ricadute positive sulla tonificazione muscolare, sul miglioramento della flessibilità, sul sistema cardiovascolare. È anche un’ottima tecnica per bruciare. Vediamo come migliorare questo aspetto riuscendo a bruciare più grassi correndo.

Combinare esercizi aerobici e anaerobici può essere molto utile allo scopo. Normalmente non si ritiene che l’attività anaerobica possa essere associata alla possibilità di bruciare grassi e invece funziona benissimo anche per questo. La gran parte dell’energia cui si attinge durante l’esercizio anaerobico è di immediato accesso perché la forza esplosiva del tipo di esercizio richiede energia subito a disposizione. Una volta esaurite queste riserve di facile accesso il corpo accede alle riserve di grasso. Per questo motivo è l’ideale eseguire qualche esercizio anaerobico prima di uscire a correre, in modo da far fuori le riserve immediate di glucosio e lasciare che durante la corsa il corpo si serva sin da subito delle riserve di grasso.

Un’altra tecnica per bruciare più grassi è quella di variare il ritmo della corsa. Sorprendere il corpo con variazioni improvvise evita la monotonia e la noia di chi corre in tondo e soprattutto fa sì che l’organismo debba essere sempre pronto a rispondere alle diverse richieste energetiche. Generalmente si ritiene che il modo più efficace per bruciare grassi correndo consista nel mantenere un basso regime per un periodo di tempo molto lungo. In realtà il modo migliore è appunto eseguire un allenamento molto vario tipo interval training.

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail