Antiossidanti: cosa sono e dove si trovano


Antiossidanti, radicali liberi, cibi che contrastano l’invecchiamento. Argomenti di cui ho sentito parlare spesso ma forse è il caso di fare il punto per capirne di più.

Gli antiossidanti sono sostanze chimiche o agenti fisici, che rallentano o prevengono l’ossidazione di altre sostanze.
Ogni giorno nel nostro corpo si verificano milioni di processi che richiedono ossigeno, responsabile allo stesso tempo di effetti collaterali dannosi, poiché produce sostanze ossidanti che causano danno alle cellule che possono portare a malattie croniche. Queste sono note come “radicali liberi”.

I radicali liberi sono molecole (gruppi di atomi legati tra loro) instabili, cioè molecole cui "manca qualcosa", pronte a reagire con altre molecole, in quanto hanno un elettrone disponibile ("spaiato").
Abbiamo detto che si formano all'interno delle nostre cellule (nei mitocondri), dove l'ossigeno viene utilizzato per produrre energia e dove parte dell’ossigeno forma queste molecole (che contengono uno o più atomi di ossigeno).
Nell'organismo umano i radicali liberi reagiscono con qualsiasi struttura molecolare che incontrano e se non vengono inattivati possono aggravare molti processi.

Gli antiossidanti, o agenti anti-ossidazione rallentano o prevengono l'effetto di ossidazione. Gli antiossidanti possono anche aiutare a riparare i danni già subiti dalle cellule.

Ma dove sono? Alcuni enzimi antiossidanti sono prodotti all'interno del corpo. Altri agenti antiossidanti si trovano negli alimenti.

Ad esempio, il beta-carotene e vitamina A si trova nelle verdure a foglia verde (broccoli, cavolo, cavoli, spinaci) e nella frutta e verdura rossa, arancio e giallo (albicocche, melone, carota, mango, pesche, zucca, patate dolci, pomodori, anguria , zucca).
La vitamina C si trova nei broccoli, meloni, agrumi (arancio, pompelmo, limone), kiwi, patate, peperoni rossi, fragole e pomodori.
La vitamina E si trova in mandorle, noci, semi, olio vegetale e germe di grano.
Il selenio si trova in anacardi, pesce halibut, carne, ostriche, salmone, capesante e tonno.

Per fortuna, tutti i cibi che contengono antiossidanti, hanno ottime capacità nutrizionali, quindi meglio inserirli quotidianamente nella nostra alimentazione.
Da non dimenticare che gli ossidanti, comunemente noti come "radicali liberi", possono anche essere introdotti attraverso fonti esterne come l'esposizione al sole o inquinamento, stress, bevande alcoliche, cibi non sani, e fumo di sigaretta. Anche la glicemia alta favorisce la formazione dei radicali liberi nel corpo.

Via | wiseGEEK

  • shares
  • Mail