Non è mai troppo tardi per la chirurgia plastica

plastic surgerySe siete stati appassionati della serie tv di Nip/Tuck vi farà sorridere forse questa notizia. In verità anche se di quella serie tv dedicata alla chirurgia plastica non avete mai sentito parlare. Pare che la mania per il ritocchino che abbiamo sempre attribuito o alle giovanissime oppure ad attempate signore di mezze età che rifiutano di accettare il passar del tempo sia invece diventato un obiettivo sempre più frequentato dai cari vecchini.

Le ragioni sono sempre le stesse: non ci si accetta completamente per via di qualche difettuccio, talvolta lì da sempre e solo accentuato dall’età, altre volte provocato proprio dall’inesorabile corsa anagrafica. Il New York Times riporta le testimonianze di numerose persone che superati abbondantemente i settant’anni e a volte persino intorno ai novanta si affidano al chirurgo estetico e sono disposti a correre i rischi di un intervento pur di ritrovare qualche barlume dell’andato splendore.

In sé una notizia che strappa un sorriso, a prima vista, ma fa riflettere: che la società dell’immagine abbia conseguenze talmente profonde da intaccare persino le sicurezze che abbiamo sempre pensato legate al procedere dell’età? Le nostre nonne ci sono sempre apparse così naturalmente belle anche quando per tutta una vita non si sono mai preoccupate di mettersi sulla pelle una sola crema; così sicure di sé e della propria matura e soddisfatta consapevolezza. Non trovate sia un po’ destabilizzante una notizia del genere?

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail