Dimagrire: perdi peso ma non cambi forma


Sembra che il consiglio della mamma “impara ad accettarti come sei!” abbia delle basi scientifiche: gli esperti sostengono che emulare le silhouette proposte dalle riviste è un inutile spreco di denaro. Ognuno di noi ha una forma e quando dimagriamo, sostiene Susan Fried, perdiamo peso in maniera proporzionale in tutti i punti del nostro corpo in cui il grasso è distribuito.

Le donne sono tipicamente a pera, con il grasso intorno ai fianchi e le cosce. Gli uomini tendono ad essere a forma di mela, perché il grasso si accumula intorno alla vita. Se sei a pera o a mela è una questione genetica o ormonale. Il grasso della pancia è quello più pericoloso…

In sostanza quando perdiamo peso non diminuisce il numero delle cellule adipose ma ne riduciamo la dimensione, al contrario se mangiamo troppo siamo in grado di aumentare il numero. Le cellule adipose si espandono quando consumiamo più energia di quanta ne possiamo bruciare, si rattrappiscono durante la perdita di peso.

"Il grasso è fondamentalmente una riserva di energia", dice Dr. Robin Blackstone:

Quando avete bisogno di energia, il grasso si scompone. Si divide in una componente chiamata acidi grassi liberi e va nel fegato per produrre energia. Quando hai molto grasso in eccesso, si generano un gran numero di acidi grassi liberi, che il fegato non può gestire e quindi li deposita.

La liposuzione può rimuovere effettivamente le cellule di grasso ma quelle che restano possono sempre ingrandirsi o diminuire a seconda del regime alimentare e del fitness che si pratica. La strada per la forma perfetta è sempre lei: alimentazione equilibrata e movimento, ma non per chi la forma la vuole cambiare.

[Via | CNN]

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: