Effetti della disidratazione

aguaLa disidratazione è un problema con cui tutti, a diversi gradi, dobbiamo fare i conti specialmente in estate, quando il caldo comporta una maggiore traspirazione e dunque perdita di liquidi, perché il corpo possa regolare in maniera naturale la sua temperatura. È importante di conseguenza mantenere al giusto livello l’idratazione dell’organismo, imparando anche a riconoscere quali sono gli effetti della disidratazione, da quelli più lievi e che possiamo tendere a trascurare, a quelli più gravi.

La sete, naturalmente, è il primo di essi. In condizioni normali bisogna che non si arrivi mai a sentire lo stimolo della sete, bevendo regolarmente. Se abbiamo sete significa che non siamo adeguatamente idratati. Anche il mal di testa leggero che non riuscite ad attribuire ad alcun altro motivo valido può essere provocato da una lieve disidratazione. Bocca secca, leggera nausea, assenza per molte ore dello stimolo a urinare sono ulteriori sintomi legati allo stesso motivo.

Nei casi più gravi invece gli effetti si fanno molto più visibili: la vista si annebbia, le orecchie ci sembrano ovattate, si può arrivare anche a vomitare o a svenire. La disidratazione grave di questo tipo richiede l’intervento medico e in nessun caso il fai da te, perché è stato superato il limite entro il quale basta solo riprendere a bere per reidratarsi e tornare indietro. Consumare liquidi in maniera costante durante il giorno è il miglior modo per evitarlo, magari sostituendo di tanto in tanto la sola acqua con qualche bevanda isotonica, con del tè freddo, con della frutta e abbondanti porzioni di verdura quotidiane.

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail