La dieta ideale per la partenza e le vacanze

La dieta ideale per le vacanze e la partenza

Siete fra i fortunati che stanno organizzando le partenze per le vacanze? Bene. Sappiate, per cominciare, che i prossimi due sabati (30 luglio e 6 agosto) sono quelli più a rischio, quelli che vengono storicamente indicati da bollino nero, secondo le previsioni del Ministero dell'Interno. Cosa c'entra con la salute? Be', c'entra. Immaginatevi le code in macchina, il nervosismo in coda all'aeroporto, lo stress e l'ansia che di certo non fanno bene al vostro inizio vacanze. Per affrontare tutto questo, avrete bisogno di una dieta ad hoc. Anche perché cambierete le vostre abitudini, le condizioni climatiche e anche le abitudini alimentari, in vacanza. Quindi, la dieta per la partenza non è da sottovalutare. Anzi.

In vostro soccorso, arriva Assolatte, che pubblica una serie di regole di comportamento alimentare da adottare per non rovinarvi il riposo vacanziero.

Se viaggerete in automobile, scrive Assolatte, dovete variare la dieta a seconda dell'orario di partenza.
Se siete mattinieri, latte e/o yogurt e prodotti da forno forniscono la giusta energia ed evitano cali d'attenzione al volante. Preferite il pomeriggio? E allora, è consigliabile un piccolo spuntino: eviterete i cali di zuccheri che rallentano i riflessi. Se il viaggio è lungo, bevete molto (acqua o spremute) e fate piccoli pasti leggeri. Niente alcool, niente cibi fritti e non eccedete con gli zuccheri.

Per le partenze aeree, è consigliabile un pasto leggero (tipo insalata con formaggio o macedonia e yogurt) prima della partenza. Poi, le cene leggere sono fondamentali se avete scelto mete esotiche o oltreoceano: vi aiuteranno a non patire troppo il jet lag. Se appartenete a questa seconda tipologia di viaggiatori, che si spingono fuori dal nostro paese, ci sono anche le consuete raccomandazioni per l'alimentazione in loco, che è bene ricordare: niente frutta sbucciata; niente alimenti crudi; evitate prodotti caseari artigianali e bibite col ghiaccio. I fermenti lattici sono d'uopo, sia per il cambiamento di clima e abitudini - come detto - sia per proteggersi da batteri e virus intestinali.

  • shares
  • Mail