Come si applicano i fanghi d'alga?

fanghi d\'alga
Tempo di bikini, esposizione pubblica del nostro corpo e delle nostre rotondità, che dovrebbero essere (più o meno) perfette ormai, arrivati a questo punto. C'è ancora un altro elemento, però, che si può sfruttare proprio negli ultimi giorni, da giocare come asso nella manica: i fanghi d'alga, che aiuteranno, se non proprio a sconfiggere del tutto la cellulite già esistente, almeno a rassodare e rendere più compatta la pelle di quelle zone.

L'unico difetto che hanno le alghe è che hanno un'applicazione un po' travagliata e complicata. Vediamo insieme come fare per spendere poco tempo ed ottenere massimi risultati. Con un pennello stendete uno strato spesso di fango sulle zone da trattare e poi avvolgete l'impacco con della pellicola trasparente. Se riuscite, dovreste mettervi addosso anche qualcosa di caldo, poiché il calore potenzia i principi attivi e distende la pelle.

Lasciate in posa dai 30 ai 45 minuti, in base al tipo di fango, e poi risciacquate con una doccia tiepida, senza usare il sapone. Infine rilassatevi distese per un'altra mezz'ora. Dopo vi sentirete sicuramente rigenerate.

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina: