Meduse: meglio aceto e acqua che urina

jellyfishÈ una di quelle leggende metropolitane che si tramandano estate dopo estate lungo le coste di ogni angolo del mondo: se ti tocca una medusa e non hai a disposizione uno di quegli stick specifici o una crema anti-meduse, tutti a suggerirti di farci la pipì sopra, come rimedio naturale ed efficace, alla portata di tutti o quasi (quando serve mica viene a comando). Soprattutto a costo zero, se non si considera l’imbarazzo di agire davanti ad un pubblico curioso su una spiaggia affollata, vincendo ogni vergogna perché il dolore stringente della pelle urticata ha la meglio.

La Croce Rossa inglese però svela oggi che questa credenza è del tutto infondata. Secondo il Daily Telegraph che riporta la notizia la soluzione migliore è l’acqua di mare oppure l’aceto. Mi domando chi di noi vada in spiaggia con l’aceto, normalmente, ma certo se risulta utile come rimedio possiamo sempre attrezzarci con una fialetta, sperando non si rompa in borsa facendo puzzare ogni cosa a metri di distanza.

I consigli della Croce Rossa, quindi: uscire subito dall’acqua per evitare altri contatti, versare abbondante acqua di mare sulla puntura per alleviare il dolore, utilizzare dell’aceto, se disponibile sul momento, per neutralizzare il tocco della medusa. Voi conoscete qualche altro rimedio naturale ed efficace che avete sperimentato con successo? Vi va di condividerlo con noi?

Foto | Flickr

Via | Agi

  • shares
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina: