Pubblicità sigarette: come cambiano i tempi

pubblicità sigarette

Tante le misure e le proposte per cambiare l’atteggiamento delle persone nei confronti delle sigarette: alcuni paesi hanno deciso di illustrare i pacchetti con immagini di polmoni devastati e cancri disgustosi; altri hanno optato per pacchetti anonimi, senza contrassegni evidenti, o per spostare le sigarette nel retro dei negozi, in modo che non vengano esposte alla vista del pubblico. Le diverse misure, divieti di fumare nei luoghi pubblici incluso, hanno sortito vari effetti, ma non troppo incisivi sul vizio del fumo, almeno per il momento.

Sono utili per scoraggiare chi comincia, ma non chi ormai è un fumatore incallito da tutta una vita. Eppure i tempi sono davvero molto cambiati, per quanto ci paia di non fare importanti passi avanti. Negli anni Cinquanta le sigarette venivano addirittura consigliate dai medici per migliorare la salute della gola, come dimostrano alcune pubblicità vintage che vi proponiamo in gallery, per mostrarvi quanta strada sia stata fatta. Oggi, per esempio, la pubblicità delle sigarette è esplicitamente vietata in molti paesi.

Pubblicità sigarette vintage
Pubblicità sigarette vintage
Pubblicità sigarette vintage


Pubblicità sigarette vintage
Pubblicità sigarette vintage
Pubblicità sigarette vintage
Pubblicità sigarette vintage
Pubblicità sigarette vintage
Pubblicità sigarette vintage
Pubblicità sigarette vintage
Pubblicità sigarette vintage
Pubblicità sigarette vintage

  • shares
  • Mail