Cuore più forte se la vita porta soddisfazioni



Dire che essere soddisfatti della propria vita porti giovamento anche al cuore è solo una frase fatta?

Stando a uno studio pubblicato sulla rivista European Health Journal, una équipe di ricercatori britannici hanno concluso che non è proprio così. Dopo aver reclutato 8000 volontari di 49 anni, hanno chiesto loro di raccontare il grado di soddisfazione della propria vita da sette punti di vista: tempo libero, vita sentimentale e sessuale, tenore di vita, famiglia, soddisfazione sul lavoro, soddisfazione personale in genere.

L’esperimento consisteva nell’assegnare un punteggio ai quesiti. In un secondo tempo i dati sono stati messi in relazione con i dati clinici raccolti nei sei anni successivi, in particolare ad attacchi cardiaci, angina e decessi per malattie coronariche.

Dalle analisi dei dati è emerso che sia gli uomini che le donne godevano di una riduzione pari al 13% del rischio di malattia coronarica se vivevano una vita soddisfacente dal punto di vista del lavoro, della famiglia, della vita sessuale e della propria realizzazione personale. Essere soddisfatti nel campo del tempo libero, della condizione sentimentale o del tenore di vita risultava essere una condizione salva-cuore.

  • shares
  • Mail