Il cardo: ortaggio quasi dimenticato

Il suo sapore amarognolo e la particolare consistenza delle coste commestibili rendono il cardo un ortaggio di non facile consumo, perché richiede quasi sempre una lunga cottura e attenzione nella conservazione (tende ad annerirsi come le mele, a meno che non si aciduli l’acqua di cottura un un po’ di limone). Eppure ha una qualità preziosa per chi segue una dieta ipocalorica e cerca alimenti con alto grado di sazietà e basso contenuto calorico.

Simile al carciofo, tanto che ad esso viene assimilato ed è definito carciofo selvatico, non ha un aspetto allettante e paradossalmente risente in senso positivo delle gelate autunnali e della mancanza di luce, che lo rendono meno amaro e meno duro.

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: