Miti da sfatare per questi giorni di festa

Miti da sfatare per questi giorni di festa

I suicidi aumentano durante le festività natalizie? Mangiare fino a tarda notte come accade tra Natale e Capodanno fa ingrassare più velocemente? Ecco questi sono soltanto due esempi di alcune credenze abbastanza diffuse non soltanto in noi profani, ma talvolta anche tra i medici. Alcuni ricercatori della scuola di medicina dell’Università dell’Indiana hanno pubblicato sulla […]

I suicidi aumentano durante le festività natalizie? Mangiare fino a tarda notte come accade tra Natale e Capodanno fa ingrassare più velocemente? Ecco questi sono soltanto due esempi di alcune credenze abbastanza diffuse non soltanto in noi profani, ma talvolta anche tra i medici.

Alcuni ricercatori della scuola di medicina dell’Università dell’Indiana hanno pubblicato sulla prestigiosa rivista British Medical Journal una lista di miti da sfatare che elenca una serie di luoghi comuni o credenze che puntualmente vengono riproposti nel periodo delle festività natalizie. I ricercatori hanno dimostrato che – letteratura scientifica alla mano – spesso si tratta di boutade. Ecco i falsi miti più diffusi:

  • Lo zucchero rende i bambini iperattivi: i ricercatori hanno esaminato 12 studi scientifici dai quali non è emersa alcuna differenza di comportamento tra i bambini che mangiano cibi con molto zucchero e quelli che, invece, hanno una dieta povera di zuccheri. In realtà, l’effetto dello zucchero riguarda i genitori: essi tendono a definire i propri figli iperattivi se gli viene detto che i bambini hanno consumato cibi zuccherini anche quando in realtà non è così.
  • Il tasso dei suicidi aumenta durante le festività natalizie: in realtà, gli studi hanno dimostrato che i suicidi aumentano durante i periodi dell’anno più caldi piuttosto che d’inverno quando cadono le festività.
  • Le stelle di Natale sono tossiche: in realtà, alcuni esperimenti sui topi dimostrano che le cose non stanno così. Ai topi sono state somministrate alcune foglie di questa pianta che rappresentano l’equivalente del conusmo di 500-600 foglie per una persona. Il risultato è stato che la pianta non ha avuto alcuna tossicità.
  • Mangiare di notte fa ingrassare: alcuni studi dimostrano che effettivamente c’è una relazione tra il mangiare tardi di sera e l’obesità, ma ciò non deve indurci a pensare che il mangiare di notte rappresenti la causa del sovrappeso. Mangiare di più fa ingrassare in qualunque ora del giorno se ingeriamo più calorie rispetto al nostro fabbisogno.
  • I postumi di sbornia possono essere curati: i medici non hanno trovato alcuna evidenza scientifica a sostegno della teoria che il post-sbornia possa essere curato. Poichè la sbornia è causata dall’aver bevuto troppo alcol, l’unico modo per evitarla è bere molto poco o per nulla.

Via | Flickr

Seguici anche sui canali social

I Video di Benessereblog