Le Terme di Arta, salute e benessere in Carnia

Le Terme di Arta devono il loro successo ala Fonte Pudia, chiamata cosi dai Romani che ne misero in evidenza la nota più caratteristica (Fons Putens: fonte puzzolente), ma che trovarono sicuramente vantaggio per la loro salute. Le analisi chimiche fatte già nel 1846 dimostrarono le qualità terapeutiche dell'acqua che divenne famosa anche per merito di Giosuè Carducci che, ospite delle Terme, cantò la serena bellezza dei paesaggi della Carnia.

Lo stabilimento moderno offre servizi di fisioterapia naturale, grazie alle acque che sono solfureo-solfato-calcico-magnesiache. Naturalmente si possono anche bere per curare l'apparato digerente, mentre bagni, fanghi e idromassaggi risultano efficaci nelle malattie osteoarticolari e dermatologiche. Massaggi di tutti i tipi, trattamenti inalatorii per malattie respiratorie ed otorinolaringoiatriche, riabilitativi, dietetici ed estetici completano l'offerta.

Poi siccome sono in Friuli e vicinissime all'Austria, hanno imparato da tutte e due i popoli, l'arte di saper sfruttare le ricchezze naturali, arte che in altre parti d'Italia è sconosciuta, proponendo anche uno specifico programma di cure termali e di vacanze salutari per bambini che naturalmente è molto richiesto.

E' uno dei miei stabilimenti termali preferiti in quanto situato presso il confine con l'Austria, tra le Alpi Carniche, circondata da splendidi panorami montani, da boschi di abeti e da stazioni sciistiche. Insomma di giorno in giro per montagne, panorami e paesini e dal tardo pomeriggio alle terme. Io quasi quasi ci torno dopo Natale per compensare l'orgia di panettone, torrone e lasagne. Offerte per lui e per lei da 189 a 310 euro, in base al pacchetto termale e alla sistemazione prescelta.

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: