A cosa serve il magnesio come integratore?

E' una domanda che molti si pongono, in quanto il magnesio viene spesso proposto da solo o con altri prodotti per prevenire e curare diversi disturbi. Diciamo che nel podio degli integratori si guadagna la medaglia di bronzo, dopo la vitamina C e il lievito di birra.

Ve lo presento: il magnesio è un minerale essenziale che rappresenta circa lo 0,05% del peso totale del corpo. Circa il 70% di esso si trova nelle ossa insieme al calcio e al fosforo, mentre il rimanente 30% è situato nei tessuti molli e nei fluidi dell'organismo.

Proprio per questo è importante che non ci siano carenze di magnesio, se si vuole contrastare ad esempio la cellulite. Il magnesio è collegato a molti processi metabolici essenziali, legati alla ritenzione o meno di liquidi. La quantità maggiore di magnesio si trova nell'interno delle cellule, dove attiva gli enzimi necessari al metabolismo dei carboidrati e degli amminoacidi e dunque all’eliminazione delle tossine.

Si lo so è una spiegazione un pò da addetti ai lavori ma si tratta di un minerale cosi importante che un po di approfondimento lo merita davvero. Contrastando l'effetto stimolante del calcio, il magnesio svolge un ruolo importante per le contrazioni neuromuscolari ed è dunque utile nei crampi e nella tensione muscolare di origine nervosa.

Stimola l'assorbimento e il metabolismo di altri minerali, quali il calcio, il fosforo, il sodio e il potassio e migliora l'utilizzo delle vitamine del complesso B e le vitamine C ed E. Per chi invece preferisce la via naturale all'integrazione di minerali, alimenti ricchi di magnesio sono i semi di girasole, le mandorle, la melassa, il pesce in generale, e i prodotti a base di soia.

  • shares
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina: