Perché è importante fare lo stretching

stretching lionSappiamo quanto sia importante fare lo stretching eppure troppo spesso si finisce per trascurare questo momento della sessione sportiva, immancabile alla fine dell’allenamento ma importante anche prima di cominciare, dopo un breve riscaldamento. Un buon metodo per ricordarsi di eseguire i propri esercizi di stretching potrebbe essere quello di vedere nel dettaglio quali sono i buoni motivi per farli.

La mancanza di tempo non sarà mai una scusa valida per saltare questa fase, perché è indispensabile la fase di defaticamento per recuperare dopo lo sport stirando i muscoli in modo che non rimangano contratti. Altrettanto importante, e per le medesime ragioni, è farlo al principio dell’allenamento, perché i muscoli saranno preparati al meglio per affrontare lo sforzo. Si scongiura così il rischio di lesioni, strappi, dolori da acido lattico il giorno dopo.

Mentre facciamo sport infatti le fibre muscolari vengono sottoposte a notevole tensione. Se i muscoli sono rigidi il rischio di farsi male cresce esponenzialmente. L’accumulo di tensione favorirà poi i dolori del giorno dopo, specialmente se siete ancora nelle prime fasi dell’allenamento dopo un inverno di pigrizia.

Gli esercizi di stiramento inoltre fanno bene non solo ai muscoli ma anche ai legamenti e alle articolazioni, perché migliorano elasticità e irrorazione sanguigna e di conseguenza la migliore resa durante lo sforzo sportivo. Infine, stirare per bene i muscoli del corpo contribuisce anche a migliorare la postura e di conseguenza a evitare tensioni muscolari e sforzi innaturali, aiutando il corpo ad essere più agile e flessibile.

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail