Dipendenza da cioccolata: perché non sappiamo resistere?

Dipendenza da cioccolata: perché non sappiamo resistere?

Quale che sia la cioccolata che preferite, al latte o fondente, con nocciole o bianca, avrete di certo avuto modo di apprezzarne il gusto durante i giorni pasquali. Se però non sapete farne a meno nell’arco di tutto l’anno e non soltanto saltuariamente, probabilmente ne siete diventati dipendenti. Proprio come me. Perché non sappiamo resistere […]

Quale che sia la cioccolata che preferite, al latte o fondente, con nocciole o bianca, avrete di certo avuto modo di apprezzarne il gusto durante i giorni pasquali. Se però non sapete farne a meno nell’arco di tutto l’anno e non soltanto saltuariamente, probabilmente ne siete diventati dipendenti. Proprio come me. Perché non sappiamo resistere alla cioccolata? Cosa provoca questa vera e propria dipendenza dal suo delizioso sapore?

La colpa va senza dubbio attribuita ad alcune sostanze note come triptofano, feniletilamina e anandamina che provocano una sensazione di benessere e un conseguente effetto rilassante sul nostro organismo. È il motivo per cui dopo aver mangiato della cioccolata tendiamo a sentirci meglio, più positivi e soddisfatti.

Un’altra ragione risiede nella teobromina, una sostanza che il cioccolato contiene in buone quantità. È uno stimolate naturale con effetti simili a quelli della caffeina. Fa in modo che il corpo si mantenga all’erta, sveglio e attivo. È per questo motivo che può piacerci la cioccolata, anche se a livello non del tutto consapevole: ci fa sentire bene, attivi e vigili.

Altre ragioni si possono rinvenire nello stress e nella conseguente fame nervosa che quasi sempre richiede cibi ad alto tasso consolatorio. Ma anche nell’ipoglicemia dovuta a lunghi periodi trascorsi senza consumare carboidrati. Ci si sente fiacchi e una tavoletta di cioccolata immediatamente ci ridà l’energia che ci serve. Infine, la carenza di cromo può indurre l’organismo a desiderare la cioccolata. Il cromo funziona come un regolatore dei livelli di zuccheri nel sangue. Quando abbiamo bassi livelli di questo minerale subentra appunto l’ipoglicemia e la necessità per il corpo di ingerire qualcosa di dolce. La cioccolata è quasi sempre la scelta più facile, immediata e gradita da tutti.

Foto | Flickr

Seguici anche sui canali social

I Video di Benessereblog