La posizione migliore per dormire

sleeping catOgnuno di noi ha la propria posizione preferita a letto, per riposare nel pomeriggio senza neanche addormentarsi ma anche per dormire la notte, seppure si finisca per assumere una posizione spesso inconsapevole durante il sonno. Ma qual è la posizione migliore da adottare per dormire? Sicuramente quella sulla schiena.

Da molti considerata scomoda, previene in realtà il mal di schiena e di collo perché consente alla colonna vertebrale di mantenere una posizione neutra, riduce la possibilità di reflusso gastrico e minimizza anche la comparsa di rughe e pieghe dovute al viso schiacciato contro il cuscino. Purtroppo però favorisce la fastidiosa abitudine di russare.

A seguire, se proprio sulla schiena non riuscite a dormire, c’è la posizione laterale. Riduce mal di schiena e di collo come anche il reflusso gastroesofageo e non incide negativamente come la precedente sulla respirazione, riducendo i rumori provocati dal russare. È indicata anche per le donne in gravidanza perché favorisce la corretta circolazione sanguigna. Tuttavia il seno risulta in posizione poco naturale per le donne e il rischio rughe aumenta. Per questa posizione il cuscino più adatto è quello sottile, che consente di mantenere la colonna eretta e in posizione neutra nel tratto tra spalle e collo.

La posizione peggiore che segue invece è quella fetale. Si russa meno ed è adatta in gravidanza, ma favorisce pieghe e rughe e non aiuta a rilassare schiena e collo, che possono subire fastidiosi dolori. La peggiore di tutte però è quella a pancia in giù. È facile russare, i dolori a schiena e collo sono massimizzati perché la spina dorsale si trova in una posizione innaturale. Se proprio non riuscite a farne a meno almeno scegliete il cuscino giusto, sottilissimo, per non sovraccaricare il collo. Meglio ancora non usarlo affatto.

Via | Cnn

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail