Verbena, antica panacea


Nell’antichità si attribuiva alla verbena la capacità di curare tutti i mali, tra cui il mal d’amore: la si raccoglieva infatti nella notte di San Giovanni per auspicare l’arrivo di un innamorato. Oggi è usata in fitoterapia per le sue proprietà.

Di alcune di essere vi abbiamo già parlato ma tra le più interessanti va segnalata l’azione a livello ormonale. Stimola infatti la secrezione di latte nelle puerpere e regola la produzione naturale di ormoni in tutte le altre donne.

Amica delle donne anche sul versante cellulite: un cataplasma caldo preparato con mezzo litro di aceto e 50 gr. di foglie di verbena è un ottimo coadiuvante nella lotta ai fastidiosi buchetti.

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail