Malattie causate dall’inquinamento, sotto esame 6 città d’Italia

Malattie causate dall’inquinamento, sotto esame 6 città d’Italia

Sei zone d’Italia altamente inquinate saranno esaminate per creare un modello volto a migliorare la vita delle persone e a ridurre i rischi per la salute.

Quello delle malattie causate dall’inquinamento è un tema quanto mai attuale, un problema che va affrontato in modo serio e consapevole. Nonostante molti Governi nel mondo continuino a negarlo, nascondendo la testa sotto la sabbia, l’inquinamento sta in realtà uccidendo moltissime persone e animali. Lo smog e l’inquinamento ambientale sono causa di gravi malattie, a cominciare dai tumori, continuando con le patologie respiratorie e molte altre. L’inquinamento può addirittura influenzare la salute di un bambino ancor prima che nasca.

È per questa ragione che consideriamo lodevole il nuovo progetto messo a punto dal Ministero della Salute, che vede coinvolti 6 siti in Italia altamente inquinati. Fra questi vi saranno il quartiere di Zaule a Trieste, Priolo a Siracusa, Piombino, la zona della raffineria di Falconara Marittima, Balangero (Torino) e Manfredonia (Foggia).

Il nuovo progetto contro le Malattie causate dall’inquinamento

Questi sei luoghi ad alto inquinamento saranno oggetto di studi approfonditi, il cui scopo sarà quello di identificare le malattie più ricorrenti nella zona, analizzarne la correlazione con le sostanze più pericolose e stabilire un piano per salvaguardare la salute pubblica.

Il programma vede la partecipazione del ministro dell’Ambiente, Sergio Costa, e prenderà in considerazione anche altre zone, come Napoli Est e la purtroppo ben nota Terra dei Fuochi.

Esponendo il progetto, il viceministro della salute e medico Pierpaolo Sileri spiega:

Il primo passo sarà individuare e caratterizzare i luoghi dal punto di vista degli inquinanti presenti nell’ambiente, con monitoraggio degli istituti zooprofilattici. Poi bisognerà condurre il biomonitoraggio e la valutazione dei nessi di causalità tra ambiente e salute, coinvolgendo anche gli istituti di ricerca clinica Irccs. Infine interventi di prevenzione e presa in carico, di cui prevenzione primaria, ovvero la minimizzazione del rischio e secondaria con diagnosi precoce.

Obiettivo principale del progetto sarà quello di creare un sistema di prevenzione primaria, volta quindi a evitare dalle basi le condizioni che potrebbero provocare le malattie.

La salute non è solamente la cura di una malattia ma, soprattutto quando si parla di tagliare le spese nella sanità, si tratta di prevenire del tutto i motivi che portano le persone ad ammalarsi.

via | Il sole 24 ore
Foto di JuergenPM da Pixabay

Seguici anche sui canali social

I Video di Benessereblog