Disturbi gastrointestinali in estate: ne soffrono molti italiani

Disturbi gastrointestinali in estate: ne soffrono molti italiani

I disturbi gastrointestinali colpiscono in Italia almeno 100mila persone in una settimana.

Estate fa rima con disturbi gastrointestinali. Con la stagione estiva moltissimi italiani, infatti, devono fare i conti con disturbi di varia natura che colpiscono proprio l’apparato gastrointestinale. Almeno 100mila casi sono stati stimati in questa settimana, come sottolineato all’Adnkronos Salute dal virologo dell’Università di Milano, Fabrizio Pregliasco:

Come ogni estate iniziamo a registrare segnalazioni di malanni gastrointestinali di tipo virale o legati all’alimentazione. Quest’anno poi c’è una preoccupazione in più, perché questo tipo di sintomi può essere presente anche in pazienti positivi al nuovo coronavirus.

I disturbi gastrointestinali di solito sono un malanno passeggero, che non si presenta con febbre o se è presente una crescita della temperatura si tratta di una febbricola, che passa in pochi giorni. Attenzione in estate alla disidratazione. Bisogna sempre bere abbastanza acqua e mantenersi idratati, tutto l’anno ovviamente, ma soprattutto durante i mesi più caldi dell’anno.

Pregliasco, poi, dà altri utili suggerimenti in un’estate anomala come quella del 2020, ancora caratterizzata dall’emergenza sanitaria che ha colpito tutto il mondo:

Inoltre, in generale ma ancor di più tenuto conto della pandemia in corso, è opportuno raccomandare ai pazienti di restare a casa, dedicandosi ad un’automedicazione responsabile. E, nel caso di problemi persistenti, contattare il proprio medico.

I disturbi gastrointestinali più comuni

Quali sono i disturbi e i fastidi gastrointestinali più comuni dei quali soffriamo in particolar modo in estate? Parliamo di:

  • diarrea
  • dolori addominali
  • stitichezza
  • gastroenteriti

Le cause della maggiore frequenza sono da riscontrarsi nel cambiamento di aria, nel cambiamento delle abitudini alimentari, negli stravizi che ci concediamo a tavola, negli alcolici che magari assumiamo di più, ma anche nella non corretta conservazione dei cibi o delle condizioni igieniche di alcuni luoghi del mondo. Inoltre anche l’aria condizionata gioca brutti scherzi!

Meglio non stravolgere troppo le proprie abitudini, cercare di rilassarsi, bere molta acqua, mangiare pasti leggeri e non grassi, evitare bibite gassate e caffeina, limitare l’assunzione di alcolici, mangiare più frutta, prestare attenzione alle più comuni norme igieniche.

Via | Adnkronos

Foto di Tumisu da Pixabay

Le informazioni riportate su GreenStyle.it sono di natura generale e non possono essere utilizzate per formulare indagini cliniche, non devono essere considerate come suggerimenti per la formulazione di una diagnosi, la determinazione di un trattamento, l’assunzione o la sospensione di un farmaco , non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico generico, di uno specialista , di un dietologo o di un fisioterapista. L’utilizzo di tali informazioni e’ sotto la responsabilita’, il controllo e la discrezione unica dell’utente. Il sito non e’ in alcun caso responsabile del contenuto, delle informazioni, dei prodotti e dei servizi offerti dai siti ai quali greenstyle.it puo’ rimandare con link.

Seguici anche sui canali social

I Video di Benessereblog