Cos’è l’alcalosi respiratoria e quali sono le cause scatenanti e i sintomi

Cos’è l’alcalosi respiratoria e quali sono le cause scatenanti e i sintomi

L'alcalosi respiratoria è una condizione di squilibrio di acido-base nel corpo, con un aumento del pH del sangue e una diminuzione dell'anidride carbonica

I nostro corpo funziona bene in condizioni di equilibrio e ogni interruzione dello stesso può portare a disturbi in maniera più o meno evidente. Se parliamo di alcalosi respiratoria facciamo riferimento ad una di queste alterazioni, che vanno ad interferire con la cosiddetta omeostasi acido base.

Si tratta di una condizione medica in cui avviene uno sbilanciamento, a livello ematico, tra ossigeno e anidride carbonica, aumentando il pH del sangue e invece diminuendo i valori di Pco2. In poche parole il pH ematico tende a salire oltre il valore di guardia di 7,45 e l’anidride carbonica scende, rendendo il sangue troppo alcalino.

Alcalosi respiratoria: cause

L’alcalosi respiratoria si verifica generalmente quando il corpo riceve uno stimolo o un input che lo manda in iperventilazione. Se la respirazione aumenta in maniera impropria, si possono avere modifiche a livello di ricambio di aria alveolare, espellendo velocemente la CO2 e generando una riduzione della concentrazione circolante di ioni idrogeno, con un contestuale aumento del pH del sangue. La condizione opposta è detta invece acidosi respiratoria, durante la quale lo scompenso è dettato da un aumento eccessivo di anidride carbonica e una diminuzione del pH ematico.

I motivi per cui si può presentare l’alcalosi respiratoria sono:

  • Stress con conseguenti attacchi di panico
  • Embolia polmonare
  • Shock termici e febbre alta
  • Sosta in zone di alta quota
  • Avvelenamento da salicilato
  • Paralisi delle corde vocali
  • Iperventilazione da ventilazione meccanica impropria
  • Attacco di cuore
  • Broncopneumopatia cronica ostruttiva

Alcalosi respiratoria: sintomi

Lo scompenso acido base con aumento del pH ematico e abbassamento dei livelli di anidride carbonica porta con sé, quantomeno nella fase acuta, una serie di sintomi a cui prestare attenzione, tra cui:

  • Vertigini
  • Annebbiamento mentale
  • Intorpidimento agli arti
  • Disagio all’altezza del torace
  • Bocca secca
  • Formicolio alle braccia
  • Tachicardia
  • Fiato corto
  • Spasmi muscolari a mani e piedi

Foto | Pixabay

Le informazioni riportate su GreenStyle.it sono di natura generale e non possono essere utilizzate per formulare indagini cliniche, non devono essere considerate come suggerimenti per la formulazione di una diagnosi, la determinazione di un trattamento, l’assunzione o la sospensione di un farmaco , non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico generico, di uno specialista , di un dietologo o di un fisioterapista. L’utilizzo di tali informazioni e’ sotto la responsabilita’, il controllo e la discrezione unica dell’utente. Il sito non e’ in alcun caso responsabile del contenuto, delle informazioni, dei prodotti e dei servizi offerti dai siti ai quali greenstyle.it puo’ rimandare con link.

Seguici anche sui canali social

I Video di Benessereblog

Mascherine hi-tech Croce Rossa misurano febbre e distanziamento