Coronavirus: le regole antistress dell’Ordine degli psicologi

Coronavirus: le regole antistress dell’Ordine degli psicologi

L’emergenza che stiamo affrontando può mettere a dura prova il nostro equilibrio, ma come fare a ridurre lo stress? Ecco alcuni consigli forniti dall’Ordine degli Psicologi.

Quella che stiamo affrontando a causa dell’emergenza Coronavirus è una situazione senz’altro molto stressante, in grado di mettere a rischio il nostro equilibrio mentale. Rimanere chiusi in casa per molte settimane, senza la possibilità di stare insieme alle persone amate, che potrebbero farci sentire più “al sicuro”, è molto difficile, e anche se possiamo usufruire delle videochiamate e dei messaggi per sentirsi vicini, sappiamo bene che un abbraccio o la semplice presenza di qualcuno che ci vuole bene è ben altra cosa.

Purtroppo però in questo momento non possiamo far altro che adattarci a ciò che sta accadendo, rimanendo in casa il più possibile in modo da evitare la diffusione del contagio da Covid-19. Ma come fare a ridurre lo stress e l’ansia che questo periodo sta facendo nascere in noi? A darci qualche consiglio utile sono i membri dell’Ordine degli Psicologi, che hanno fornito una serie di regole per mantenere il nostro equilibrio e non lasciarci travolgere dalla paura. Ecco dunque quali sono alcuni consigli degli esperti per non perdere la calma.

Coronavirus: i consigli per non perdere la calma

  1. Sviluppare la resilienza, ovvero la capacità di affrontare in modo positivo anche gli eventi negativi, adottando un atteggiamento costruttivo, ad esempio vedendo la propria casa non come una prigione, ma come un rifugio che può proteggerci in questo particolare e delicato momento, o guardando al tempo in isolamento non come tempo sprecato, ma come un’occasione per rinnovarsi e coccolarsi.
  2. Creare una propria routine che comprenda piccoli gesti e abitudini sane, come quella di fare una buona colazione, prendersi cura del proprio corpo, leggere, preparare i pasti, guardare un bel film e così via. Anche quello trascorso in casa è un tempo che merita la sua dignità.
  3. Riconoscere e gestire le emozioni, anche quelle negative, come la paura o l’ansia. Non sfuggite da queste emozioni, ma osservatele e analizzatele, quindi lasciatele andare. Per far ciò, potreste provare delle tecniche di rilassamento o di respirazione.
  4. Parlare con chi vi circonda in merito a ciò che vi spaventa, in modo da comprendere meglio le vostre sensazioni e osservarle anche da un altro punto di vista.
  5. Evitare di stare incollati al cellulare, ma usare questo strumento solo per sentirsi vicini alle persone della vostra vita. Organizzate magari una pizza insieme la sera, o un aperitivo da condividere in videochiamata con gli amici.
  6. Evitate la sovraesposizione alle notizie, che soprattutto in questo momento non fanno che peggiorare la vostra ansia. Limitatevi a consultare le fonti ufficiali una o due volte nell’arco della giornata, e magari chiedete ai vostri amici di non inviarvi continuamente notizie, video e foto in merito alla situazione, a meno che non siano davvero necessarie e importanti.
  7. Per chi sta lavorando da casa, ricordate che è sempre importante separare la vita lavorativa da quella personale. Evitate di lavorare negli spazi in cui, ad esempio, dovreste dormire (quindi no al lavoro a letto), e stabilite degli orari definiti. Il fatto che abbiate la possibilità di lavorare da casa non vuol dire che non avete diritto alla vostra vita personale.
  8. Non ignorare i bambini, ma spiegare loro cosa sta succedendo, utilizzando naturalmente un linguaggio adeguato alla loro età e rispettando la loro sensibilità. Qui potrete trovare qualche spunto per parlare ai bambini del coronavirus. Lo stesso vale per gli adolescenti: anche loro vanno responsabilizzati e ascoltati, affinché possano affrontare nel miglior modo possibile questa delicata situazione. Prendetevi inoltre cura degli anziani, evitando contatti ravvicinati, ma ricordando loro che gli volete bene; fategli delle telefonate, o se possibile anche delle videochiamate, e portate loro un pizzico di positività ogni giorno. Fate in modo che non debbano uscire da casa, organizzando la consegna della spesa e di qualsiasi altro bene di prima necessità.
  9. Non parlare sempre del coronavirus: in casa non si parla di altro che del coronavirus? Anche questo non aiuta affatto! Gli psicologi concordano nel dire che è molto importante non pensare costantemente all’emergenza, ma parlare anche di altro.
  10. Cercare supporto psicologico per affrontare al meglio la situazione. Per avere altri consigli su come affrontare l’emergenza, potreste consultare il sito nazionale dell’ordine degli psicologi, dove troverete del materiale informativo molto utile. Inoltre, se avvertite un forte disagio potreste chiedere un aiuto professionale, che troverete sempre sul sito in forma gratuita nella sezione #psicologionline, dove sono elencati tutti gli psicologi e psicoterapeuti che offrono aiuto online in Italia.

via | La Stampa

Foto di Gerd Altmann da Pixabay

Seguici anche sui canali social

I Video di Benessereblog