Celiachia: danni anche per il cervello dei pazienti?

Celiachia: danni anche per il cervello dei pazienti?

La celiachia è collegata a rischi maggiori per la salute del cervello. La conferma arriva da questo nuovo studio.

Chi soffre di celiachia potrebbe correre un rischio maggiormente elevato di sviluppare dei danni neurologici. A suggerirlo è un nuovo studio condotto dai membri dell’Università di Sheffield, secondo cui l’esposizione al glutine nei pazienti celiaci potrebbe essere collegata a danni della materia cerebrale e deficit cognitivo (sotto forma di tempi di reazione rallentati).

Per la prima volta, uno studio offre una certa chiarezza sul fatto che sembra esserci il rischio di danno neurologico per le persone che vivono con la celiachia, a causa della loro risposta autoimmune all’esposizione al glutine

spiegano i membri della University of Sheffield, aggiungendo che i pazienti celiaci potrebbero avere dei deficit neurologici e psicologici significativi rispetto a coloro che non soffrono di questa condizione. Come se non bastasse, la celiachia è collegata anche a maggiori livelli di ansia, infelicità e depressione.

Ricerche precedenti avevano già evidenziato che il 50% dei pazienti con una nuova diagnosi di celiachia presenta sintomi neurologici clinici, e corre un maggiore rischio di sviluppare condizioni come la demenza vascolare in età avanzata.

Ciò che la ricerca dimostra è che sarebbe molto utile se i medici aiutassero le persone che vivono con la celiachia ad essere il più vigili possibile nel seguire una dieta priva di glutine. Ridurre qualsiasi esposizione accidentale al glutine aiuta a controllare eventuali ulteriori danni al cervello, e può favorire la guarigione del sistema digestivo.

via | MedicalXpress
Foto di VSRao da Pixabay

Seguici anche sui canali social

I Video di Benessereblog