Toccare il cibo che mangi: i benefici che non ti aspetti

Toccare il cibo che mangi: i benefici che non ti aspetti

Toccare il cibo lo rende più gustoso? Ecco cosa spiegano gli autori di un nuovo studio.

Le persone con un grande autocontrollo potrebbero provare maggiore piacere nel toccare il cibo che mangiano. A suggerirlo è un nuovo studio pubblicato sul Journal of Retailing, i cui autori spiegano che toccare il cibo con le mani potrebbe renderlo persino più gustoso e appetitoso. Come spiegano gli autori dello studio, si tratta sena dubbio di un effetto interessante:

È una piccola modifica ma può cambiare il modo in cui le persone valutano i prodotti,

spiegano infatti gli esperti, i quali hanno condotto due esperimenti che coinvolgevano un campione di studenti universitari.

I partecipanti sono stati sottoposti ad alcune esperienze che riguardavano il cibo. Ad alcuni di essi è stato chiesto di mangiare utilizzando delle posate, mentre altri avrebbero potuto mangiare con le mani. Inizialmente, i due gruppi (quelli del tocco diretto e quelli del tocco indiretto) non hanno indicato alcuna differenza tra le due esperienze.

Successivamente però gli autori hanno scoperto che i partecipanti con un alto grado di autocontrollo (ad esempio quelli che dichiaravano di poter resistere ai cibi gustosi e di essere consapevoli di cosa e quanto mangiavano) hanno percepito il cibo come più gustoso e più appetitoso dopo averlo mangiato con le mani. Lo stesso non è stato osservato in coloro che avevano un basso grado di autocontrollo quando mangiavano.

I nostri risultati suggeriscono che per le persone che controllano regolarmente il loro consumo di cibo, il tocco diretto innesca una migliore risposta sensoriale, rendendo gli alimenti più desiderabili e appetitosi,

spiegano gli autori, aggiungendo che questa è la prima volta che il contatto diretto con il cibo è stato identificato come metodo per influenzare le percezioni delle persone e, eventualmente, per guidare il comportamento del consumatore.

via | ScienceDaily
Foto da Pixabay

Seguici anche sui canali social

I Video di Benessereblog