• Benessereblog
  • Scienza
  • La Fornarina di Raffaello Sanzio, scienziati cercano di svelare i suoi segreti

La Fornarina di Raffaello Sanzio, scienziati cercano di svelare i suoi segreti

La Fornarina di Raffaello Sanzio, scienziati cercano di svelare i suoi segreti

La Fornarina è stata messa a nudo attraverso delle riprese ad alta risoluzione. Ecco quali tecniche sono state impiegate e perché è stato eseguito questo importante lavoro.

La Fornarina è stata messa a nudo attraverso una serie di riprese ad alta risoluzione e mediante delle scansioni ai Raggi X, che permetteranno di comprendere meglio i segreti nascosti dietro uno dei più famosi quadri ad opera di Raffaello. Il progetto è stato inaugurato proprio in occasione del cinquecentesimo anniversario dalla morte dell’artista, in vista del trasloco del dipinto, che dalle Gallerie Nazionali Barberini Corsini di Roma sarà esposto alla grande mostra che si terrà alle Scuderie del Quirinale il 5 Marzo.

Le tecniche utilizzate per lo studio di quest’opera sono molte e fra le più avanzate. Si è partiti da un’acquisizione fotogrammetrica Gigapixel+3D del dipinto (vale a dire una ripresa ad altissima risoluzione realizzata attraverso la composizione di più immagini in dettaglio), in modo da comprendere in modo approfondito elementi come colori, nitidezza e illuminazione del dipinto.

Tale lavoro permetterà di esaminare sia lo stato di conservazione dell’opera che di valorizzare ulteriormente il lavoro di Raffaello.

Il progetto prevede anche l’esecuzione di indagini chimiche e di scansioni macro a fluorescenza ai raggi X (Ma-Xrf). Il motivo di tutto ciò è molto semplice: grazie a questo lavoro sarà possibile identificare la composizione chimica dei pigmenti impiegati da Raffaello per realizzare la Fornarina.

Come ha spiegato Luca Tortora, docente di chimica dell’Università Roma Tre e ricercatore dell’Infn:

Queste informazioni sono fondamentali per conoscere la tecnica pittorica dell’artista oltre a essere utili a restauratori e conservatori per eventuali interventi sull’opera.

via | Ansa
Foto da Facebook

Seguici anche sui canali social

I Video di Benessereblog