Il significato delle emozioni cambia in base a dove vivi

Il significato delle emozioni cambia in base a dove vivi

Il significato delle emozioni cambia da Paese a Paese? Ecco cosa emerge da un nuovo studio.

Il significato delle emozioni potrebbe essere diverso in 2.474 lingue. A suggerirlo è un nuovo studio pubblicato sulle pagine della rivista Science, i cui autori hanno preso in esame diverse lingue di tutto il mondo, e hanno scoperto che il modo in cui gli umani concettualizzano emozioni come rabbia, paura, gioia e tristezza potrebbe differire tra coloro che parlano lingue diverse.

Lo studio è il più grande del suo genere, e comprende i dati di quasi 2.500 lingue. I suoi autori hanno scoperto che le lingue descrivono le emozioni in modo diverso in tutto il mondo.

Ad esempio, alcune lingue considerano il dolore simile alla paura e all’ansia, mentre altre vedono il dolore come simile al rimpianto. Il team ha anche scoperto che il modo in cui le culture esprimono le emozioni è legato in qualche modo alla geografia. In che senso? Semplice, i gruppi linguistici che vivono più vicini gli uni agli altri sembrano condividere opinioni simili in merito alle emozioni, rispetto ai gruppi linguistici più distanti.

Dallo studio è inoltre emerso che, indipendentemente dalla localizzazione geografica, tutte le lingue distinguono le emozioni principalmente in base al fatto che siano piacevoli o spiacevoli, o se comportino livelli di eccitazione bassi o alti.

Per fare un esempio, poche lingue considerano la tristezza simile all’emozione della rabbia, e poche lingue considerano la piacevole emozione della “felicità” simile alla spiacevole emozione del “rimpianto“.

Da ciò appare chiaro che esistono degli elementi universali dell’esperienza emotiva, che potrebbero derivare dall’evoluzione biologica.

via | ScienceDaily
Foto da Pixabay

Seguici anche sui canali social

I Video di Benessereblog