SIBO: sintomi, cause e cure

SIBO: sintomi, cause e cure

Ecco sintomi e come si cura la SIBO, nota anche come Sindrome da iperproliferazione batterica o Sovraccrescita batterica intestinale.

Fra le tante malattie che possono colpire il nostro intestino, una delle più sottovalutate è la SIBO. Nota anche come sovraccrescita batterica intestinale o Sindrome da iperproliferazione batterica è una patologia dove l’aumento eccessivo dei batteri nell’intestino tenute provoca una forma di malassorbimento con conseguente diarrea. Andiamo a scoprire quali sono le cause, i sintomi, la diagnosi e la terapia della SIBO.

SIBO: cause e sintomi

Nell’intestino è presente una flora intestinale composta soprattutto da batteri, a cui si aggiungono poi virus, parassiti e funghi. Nei diversi tratti dell’intestino sono presenti diverse quantità di batteri: ne troviamo solitamente di più nel colon che non nel duodeno. Quando aumentano troppo i batteri a livello di duodeno e digiuno, ecco che si può sviluppare una SIBO. Una particolarità è che in tale flora batterica anomala possono comparire batteri presenti solitamente nel colon.

In condizioni normali, i succhi acidi dello stomaco, i succhi pancreatici, il sistema immunitario sistemico e delle mucose, la motilità intestinale e la valvola ileo-cecale impediscono che si instauri una SIBO. Ma quando uno o più di questi meccanismi si inceppa ecco che possiamo avere una SIBO.

Queste sono solo alcune delle cause più frequenti di SIBO:

  • sindrome da ipomotilità intestinale
  • enteropatie
  • diverticoli
  • stenosi
  • intolleranza al lattosio
  • celiachia
  • procedure chirurgiche
  • terapie lunghe con inibitori della pompa protonica
  • terapie antibiotiche

I sintomi della SIBO sono correlati al malassorbimento:

  • forme asintomatiche
  • diarrea
  • addome gonfio
  • meteorismo
  • dolore addominale
  • stipsi
  • anemia da carenza di vitamina B12

SIBO: diagnosi e terapia

La diagnosi di SIBO, oltre che sull’anamnesi e visita clinica, prevede la cultura del contenuto digiunale. Tuttavia visto che spesso questa pratica conduce a contaminazioni da batteri presenti in bocca, si preferiscono i breath tests (i batteri producono idrogeno e metano a causa delle fermentazioni e questi test possono rilevarli).

La terapia della SIBO non è univoca perché molto dipende dalla causa scatenante. Va da sé che bisognerebbe riuscire a capire la causa e a correggerla in modo da ridurre il rischio di sviluppo di SIBO. Le forme sintomatiche di SIBO possono essere trattate con antibiotici come rifaximina, tetracicline, metronidazolo, criprofloxacina, norfloxacina, neomicina e amoxicillina-acido clavulanico.

Foto | Pixabay

Le informazioni riportate su GreenStyle.it sono di natura generale e non possono essere utilizzate per formulare indagini cliniche, non devono essere considerate come suggerimenti per la formulazione di una diagnosi, la determinazione di un trattamento, l’assunzione o la sospensione di un farmaco , non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico generico, di uno specialista , di un dietologo o di un fisioterapista. L’utilizzo di tali informazioni e’ sotto la responsabilita’, il controllo e la discrezione unica dell’utente. Il sito non e’ in alcun caso responsabile del contenuto, delle informazioni, dei prodotti e dei servizi offerti dai siti ai quali greenstyle.it puo’ rimandare con link.

Seguici anche sui canali social

I Video di Benessereblog