Obesità nei bambini: la colpa è (anche) della Tv?

Obesità nei bambini: la colpa è (anche) della Tv?

Guardare troppa Tv è associato a un maggior rischio di obesità per i bambini. Ecco cosa rivela un nuovo studio.

Un nuovo studio condotto dai membri del Barcelona Institute for Global Health (ISGlobal) ha da poco identificato le abitudini di vita che influenzano il rischio di sovrappeso e obesità nei bambini. Lo studio è stato pubblicato sulle pagine della rivista Pediatric Obesity, ed ha fatto emergere un dato allarmante: guardare la televisione è fortemente associato a sovrappeso e obesità nei bambini.

Per giungere a questa conclusione, gli esperti hanno analizzato un campione di 1.480 bambini, ed hanno esaminato cinque fattori, ovvero svolgimento di attività fisica, durata del sonno, tempo trascorso di fronte alla televisione, consumo di alimenti vegetali e di quelli ultraelaborati.

Per calcolare l’impatto sulla salute di questi fattori, i ricercatori hanno inoltre misurato l’indice di massa corporea (BMI), la circonferenza vita e la pressione sanguigna nei bambini a quattro e a sette anni di età. Esaminando i dati raccolti, gli esperti hanno scoperto che i bambini che erano meno attivi e che trascorrevano più tempo davanti alla televisione all’età di quattro anni correvano un rischio maggiore di essere in sovrappeso, obesi o di soffrire di sindrome metabolica all’età di sette anni.

Per il loro studio, gli esperti hanno anche esaminato gli effetti di altre attività sedentarie come leggere, disegnare e fare puzzle, ma solo il tempo trascorso incollati agli schermi della Tv è risultato associato al sovrappeso o all’obesità.

Bambini: perchè guardare la Tv fa ingrassare?

Gli autori dello studio ipotizzano che alla base di questa associazione vi sia il fatto che quando i bambini guardano la televisione vengono esposti a un numero enorme di spot di cibi poco sani, e ciò può incoraggiarli a mangiare tali prodotti.

Inoltre, guardare la Tv toglie tempo e scoraggia lo svolgimento di attività fisica, e compromette anche la durata e la qualità del sonno.

Precedenti studi hanno dimostrato che il 45% dei bambini non dorme il numero raccomandato di ore a notte. Questo è preoccupante perché un tempo di sonno più breve tende ad essere associato all’obesità.

via | Eurekalert
Foto da Pixabay

Seguici anche sui canali social

I Video di Benessereblog