Fibromialgia: quali sono i sintomi iniziali?

Fibromialgia: quali sono i sintomi iniziali?

I sintomi iniziali della fibromialgia e come riconoscerli.

Riuscire a riconoscere la fibromialgia basandosi sui sintomi più noti (vale a dire dolore muscolare e articolare diffuso e affaticamento) non è molto semplice, e per questa ragione questa condizione è spesso mal diagnosticata e non identificata. Chi soffre di fibromialgia presenta generalmente anche una serie di sintomi più specifici, e in questo articolo vogliamo segnalarvi quelli iniziali da non sottovalutare.

I sintomi iniziali della fibromialgia

Ecco quali sono i sintomi iniziali della fibromialgia da non sottovalutare:

  • Dolore nei punti sensibili, ovvero punti specifici intorno alle articolazioni che fanno male quando si premono con un dito. Se si preme un punto sensibile (tender point) su una persona senza fibromialgia, questa sentirà solo la pressione, ma quella stessa pressione sarebbe molto dolorosa per chi soffre di fibromialgia.
  • Fatica: sensazione di stanchezza persistente e di sentirsi svuotati
  • Disturbi del sonno
  • Problemi di concentrazione e memoria, noti con il nome di “fibro fog“: le persone con diagnosi di fibromialgia hanno spesso difficoltà a concentrarsi e problemi della memoria a breve termine, e ciò rende difficile ricordare le cose quotidiane (come dove hanno messo le chiavi o i programmi fatti per il giorno dopo).
  • Ansia o depressione e oscillazioni dell’umore
  • Rigidità del corpo al mattino
  • Intorpidimento e formicolio a mani, braccia, piedi e gambe
  • Mal di testa
  • Sindrome dell’intestino irritabile
  • Problemi a urinare
  • Dolori e crampi mestruali
  • Dolore generale: la fibromialgia causa dolore in quasi ogni parte del corpo, ed è questo sintomo che spinge i pazienti ad andare dal medico. Il dolore può essere profondo, acuto, sordo, pulsante, e può essere percepito nei muscoli, nei tendini e intorno alle articolazioni.

via | Webmd
Foto da Pixabay

Le informazioni riportate su GreenStyle.it sono di natura generale e non possono essere utilizzate per formulare indagini cliniche, non devono essere considerate come suggerimenti per la formulazione di una diagnosi, la determinazione di un trattamento, l’assunzione o la sospensione di un farmaco , non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico generico, di uno specialista , di un dietologo o di un fisioterapista. L’utilizzo di tali informazioni e’ sotto la responsabilita’, il controllo e la discrezione unica dell’utente. Il sito non e’ in alcun caso responsabile del contenuto, delle informazioni, dei prodotti e dei servizi offerti dai siti ai quali greenstyle.it puo’ rimandare con link.

Seguici anche sui canali social

I Video di Benessereblog

Tumori rari: il progetto “Accelerator Award” di Marcello Deraco