Costole incrinate, sintomi e rimedi

Costole incrinate, sintomi e rimedi

Come ci si accorge di avere una costola incrinata? Quali sintomi provoca?

Con il termine di costole incrinate (anche se in Medicina sarebbe meglio parlare di coste, in quanto le costole richiamano più che altro alla memoria le costolette da mangiare), si intende una costa che, solitamente a causa di un trauma al torace, è indolenzita e fa male soprattutto quando si fanno respiri profondi. Inoltre, spesso, anche i muscoli intercostali sono interessati dalla lesione. Ma andiamo a vedere quali siano le cause, i sintomi, le complicanze e cosa fare in caso di costola incrinata.

Costole incrinate: cause

Solitamente una costola incrinata (o più costole incrinate) è provocata da un trauma diretto sul torace. Accade spesso durante alcuni sport dove c’è un forte contatto fisico (vedi rugby, hockey, football o anche il calcio), incidenti d’auto, incidenti domestici (anche scivoloni sul pavimento o caduta da scale) o in caso di colpi di tosse molto violenti o ripetuti, che durano a lungo.

Costole incrinate: sintomi e complicanze

I sintomi delle costole incrinate sono:

  • dolore: tipicamente quando si inspira profondamente, quando si comprime la zona toracica interessata, quando si piega o torce il corpo da quella parte o quando si dorme appoggiandosi sulla parte lesionata
    gonfiore
  • ematoma
  • fatica a respirare quando il dolore è intenso, fino ad arrivare alla dispnea
  • mal di testa
  • vertigini
  • stanchezza
  • sonnolenza

Al di là di questi sintomi, ci possono essere delle complicanze non da poco, una costola incrinata non è una passeggiata:

  • ipossigenazione
  • polmonite
  • frattura della costola con rischio di perforazione polmonare, addominale, di vasi o organi

Costole incrinate: rimedi

Se si sospetta di avere una costola incrinata, è bene rivolgersi subito al medico. Prestare particolare attenzione quando si ha:

  • dispnea
  • dolore al torace che non diminuisce
  • dolore anche a spalla o addome
  • tosse
  • febbre (potrebbe indicare una concomitante infezione)

Il medico, una volta accertata la presenza della costola incrinata tramite Rx, TC o RM, provvederà, in fase acuta, a cercare di ridurre il dolore tramite l’applicazione di ghiaccio e l’uso di antidolorifici. Ovviamente, accanto alla terapia medica bisognerà:

  • riposarsi assolutamente, sia dallo sport che dal lavoro ed evitare di fare sforzi o sollevare pesi
  • seguire strettamente le indicazioni del medico
  • tossire non troppo forte una volta ogni tanto per diminuire il rischio di polmoniti
  • evitare di stringere il torace in bendaggi troppo stretti, soprattutto se già si fa fatica a respirare (cosa che si faceva in passato per immobilizzare la parte perché tende ad aumentare il rischio di polmonite)
  • evitare di fumare

Foto | iStock

Le informazioni riportate su GreenStyle.it sono di natura generale e non possono essere utilizzate per formulare indagini cliniche, non devono essere considerate come suggerimenti per la formulazione di una diagnosi, la determinazione di un trattamento, l’assunzione o la sospensione di un farmaco , non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico generico, di uno specialista , di un dietologo o di un fisioterapista. L’utilizzo di tali informazioni e’ sotto la responsabilita’, il controllo e la discrezione unica dell’utente. Il sito non e’ in alcun caso responsabile del contenuto, delle informazioni, dei prodotti e dei servizi offerti dai siti ai quali greenstyle.it puo’ rimandare con link.

Seguici anche sui canali social

I Video di Benessereblog