La parodontite aumenta il rischio di demenza?

La parodontite aumenta il rischio di demenza?

Soffrire di parodontite può aumentare il rischio di demenza? Ecco cosa emerge da un nuovo studio.

La parodontite è collegata a un rischio maggiore di sviluppare demenza. A suggerirlo è un nuovo studio condotto nella Corea del Sud e pubblicato sul Journal of the American Geriatrics Society. Gli autori dello studio spiegano che quando si sviluppa la parodontite, l’infezione provoca la perdita dell’osso che sostiene i denti.

Questa condizione è la principale causa di perdita dei denti negli adulti, ed a quanto sembra è anche un fattore di rischio per lo sviluppo di demenza, potrebbe rappresentare una delle principali cause di disabilità negli anziani.

Per giungere a questa conclusione, gli esperti hanno analizzato un campione di 262.349 persone over 50 seguiti nell’ambito del National Health Insurance Service-Health Screening Cohort (NHIS-HEALS). Tutti i partecipanti sono stati divisi in due gruppi: quello delle persone senza parodontite cronica, e quello delle persone con parodontite cronica. I paretcipanti sono stati inoltre seguiti per un periodo di 15 anni.

Esaminando i dati sarebbe emerso che le persone con parodontite cronica correvano un rischio maggiore del 6% di sviluppare la demenza rispetto alle persone senza parodontite. Questa connessione è rimasta invariata nonostante i comportamenti e abitudini nocive come fumare, bere alcolici condurre uno stile di vita sedentario.

Alla luce di quanto emerso, i ricercatori ritengono che sia importante condurre ulteriori studi, al fine di verificare se la prevenzione e il trattamento della parodontite cronica possano portare a una riduzione del rischio di demenza.

via | Eurekalert

Foto da Pixabay

Seguici anche sui canali social

I Video di Benessereblog