Trapianto di rene tra dializzati: è la prima volta in Italia

Trapianto di rene tra dializzati: è la prima volta in Italia

Un uomo in dialisi morto per una patologia congenita ha donato il rene a una donna in dialisi e affetta da nefropatia per calcolosi a stampo.

È stato effettuato per la prima volta in Italia un trapianto di rene su una donna di 60 anni, in dialisi dal 2013 per nefropatia per calcolosi a stampo, da donatore a sua volta dializzato. L’intervento è stato eseguito due settimane fa all’ospedale Molinette della Città della Salute di Torino.

È stato un intervento unico che apre la strada una nuova frontiera. Il donatore, deceduto in un ospedale piemontese, soffriva di una patologia congenita e le sue condizioni erano peggiorate mentre era in rianimazione: i suoi reni si sono “spenti” tanto da necessitare la dialisi per diversi giorni. I medici hanno quindi deciso di eseguire prima una biopsia renale, e poi i reni sono stati inseriti in un dispositivo di perfusione in grado di migliorare la circolazione fino a rivitalizzarli.

La biopsia ha dimostrato che il danno all’organo era potenzialmente regredibile e quindi hanno deciso di effettuare il trapianto. L’organo non ha ripreso immediatamente a funzionare, ma la situazione si è sbloccata il giorno successivo e, oggi, a distanza di due settimane, la paziente è potuta rientrare a casa. Il primario, il professor Luigi Biancone, ha così commentato:

“Dare l’ok al trapianto di quei reni è stato un atto corale di grande responsabilità medica, reso possibile dall’enorme esperienza nell’ospedale Molinette di tutte le figure professionali che collaborano al trapianto: clinici, chirurghi, medici di laboratorio, tutti motivati dal dovere di fare il massimo possibile per realizzare il generoso desiderio di donazione, sempre tenendo come punto fermo la sicurezza del ricevente. Abbiamo ragionato approfonditamente in tante persone quella notte e la strategia si è dimostrata vincente”.

Le informazioni riportate su GreenStyle.it sono di natura generale e non possono essere utilizzate per formulare indagini cliniche, non devono essere considerate come suggerimenti per la formulazione di una diagnosi, la determinazione di un trattamento, l’assunzione o la sospensione di un farmaco , non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico generico, di uno specialista , di un dietologo o di un fisioterapista. L’utilizzo di tali informazioni e’ sotto la responsabilita’, il controllo e la discrezione unica dell’utente. Il sito non e’ in alcun caso responsabile del contenuto, delle informazioni, dei prodotti e dei servizi offerti dai siti ai quali greenstyle.it puo’ rimandare con link.

Seguici anche sui canali social

I Video di Benessereblog