Night Eating: i sintomi del disturbo alimentare notturno

Night Eating: i sintomi del disturbo alimentare notturno

La NES, o Night Eating Syndrome, è caratterizzata da: anoressia mattutina, insonnia e iperfagia notturna.

Tra i disturbi alimentari, che sono sempre più diffusi e numerosi, si sta facendo conoscere anche il Night Eating o Night Eating Syndrome. Questo tipo di disturbo ha diversi nomi: può essere chiamato disordine alimentare notturno, night-time eating disorder, sindrome dei mangiatori notturni o sindrome dell’alimentazione notturna.

Il Night Eating è una combinazione di tre disturbi psicologici: un disturbo dell’alimentazione, del sonno e dell’umore. Catalogare il Night Eating come un disturbo alimentare può essere infatti riduttivo: la persona con Night Eating Syndrome mangia poco o niente durante il giorno, per poi abbuffarsi durante la notte.

Le abbuffate notturne, che possono essere sia diluite durante tutta la notte con dei piccoli spuntini o con un binge eating unico, interferiscono ovviamente con il sonno della persona, che sviluppa al contempo un disturbo dell’umore. I sintomi del Night Eating sono essenzialmente la presenza di un umore depresso per la mancanza di controllo sulle abbuffate notturne, problemi ad addormentarsi e a mantenere il sonno e una scarsa alimentazione diurna.

Non compaiono i sintomi tipici dell’anoressia, ma compare solo una fame notturna che sembra avere lo scopo di permettere alla persona di dormire. La Night Eating Syndrome colpisce circa il 2% della popolazione e può verificarsi in concomitanza con l’assunzione notturna di alcolici: in tal caso viene chiamata Night Eating Drinking Syndrome.

Questo disturbo complesso si presenta per lo più tra i trenta e i quarant’anni e viene solitamente curato con una terapia farmacologica a base di serotoninergici: la serotonina regola infatti sia l’umore che l’appetito, ma anche il ritmo circadiano.

Le informazioni riportate su GreenStyle.it sono di natura generale e non possono essere utilizzate per formulare indagini cliniche, non devono essere considerate come suggerimenti per la formulazione di una diagnosi, la determinazione di un trattamento, l’assunzione o la sospensione di un farmaco , non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico generico, di uno specialista , di un dietologo o di un fisioterapista. L’utilizzo di tali informazioni e’ sotto la responsabilita’, il controllo e la discrezione unica dell’utente. Il sito non e’ in alcun caso responsabile del contenuto, delle informazioni, dei prodotti e dei servizi offerti dai siti ai quali greenstyle.it puo’ rimandare con link.

Seguici anche sui canali social

I Video di Benessereblog