Filler: meglio l’acido ialuronico o il botox?

Filler: meglio l’acido ialuronico o il botox?

Dipende tutto dal tipo di ruga: vediamo le differenze tra i filler all'acido ialuronico o collagene e il botox.

Prima c’era il botulino, poi sono arrivati i filler all’acido ialuronico. I secondi sono naturali e consentono di ottenere un effetto più reale, più gradevole. Ma le due tecniche di medicina estetica sono molto diverse e servono a riparare danni del tempo molto diversi: scopriamo tutte le differenze tra i filler e il botox.

I filler all’acido ialuronico o al collagene:

  • sono una tecnica più recente e meno invasiva;
  • non sono permanenti, ma permettono di far scomparire una ruga per circa 6 mesi;
  • sono indicati solo per le rughe statiche del terzo superiore del viso, ovvero fronte e contorno occhi;
  • consentono di ottenere un effetto naturale, ma vanno ripetuti periodicamente;
  • possono essere fatti già a 30 anni;
  • i filler permanenti non fanno parte di questa categoria, perché sono sintetici.

Le iniezioni di botulino o botox:

  • il botulino è una tossina che blocca i tic nervosi e il movimento: paralizza i muscoli nelle zone di applicazione;
  • il botox viene consigliato solo dopo i 35 anni, ma non oltre i 50;
  • l’iniezione di botox ha un effetto di circa 6 mesi e presenta più rischi del filler biologico;
  • dopo i 50 anni il botox non si utilizza perché le rughe sono dovute a un cedimento della pelle;
  • il botox si utilizza solo per le rughe dinamiche o d’espressione.

Seguici anche sui canali social

I Video di Benessereblog