Infertilità maschile, l’orologio biologico colpisce anche l’uomo

Infertilità maschile, l’orologio biologico colpisce anche l’uomo

L’infertilità maschile può dipendere dall’età: dopo i 50 anni gli spermatozoi possono diminuire e il liquido seminale può presentare difetti genetici.

L’orologio biologico colpisce anche la fertilità maschile. Dopo i 50 anni, infatti, esiste una maggiore probabilità che il liquido seminale presenti difetti genetici. Gli uomini di età avanzata possono sviluppare malattie che influiscono negativamente sulle loro funzioni sessuali e riproduttive. A sostenerlo è il professor Antonio Pellicer, Presidente del Gruppo IVI e del Centro IVI di Roma.

L’esperto ha inoltre spiegato che con l’età, i testicoli tendono a diventare più piccoli e la morfologia degli spermatozoi (forma) e la motilità (movimento) tendono a diminuire. E non è tutto: il 30% delle cause di infertilità è collegato a fattori maschili. Il 90% di queste è collegata a difficoltà di produzione di spermatozoi, o problemi nella loro morfologia o mobilità.

Le informazioni riportate su GreenStyle.it sono di natura generale e non possono essere utilizzate per formulare indagini cliniche, non devono essere considerate come suggerimenti per la formulazione di una diagnosi, la determinazione di un trattamento, l’assunzione o la sospensione di un farmaco , non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico generico, di uno specialista , di un dietologo o di un fisioterapista. L’utilizzo di tali informazioni e’ sotto la responsabilita’, il controllo e la discrezione unica dell’utente. Il sito non e’ in alcun caso responsabile del contenuto, delle informazioni, dei prodotti e dei servizi offerti dai siti ai quali greenstyle.it puo’ rimandare con link.

Seguici anche sui canali social

I Video di Benessereblog