Oli essenziali: naturale non vuol dire innocuo!

Oli essenziali: naturale non vuol dire innocuo!

L'esperienza di una donna americana aiuta a far luce suo possibili danni collaterali degli oli essenziali.

Rachel Armstrong,una donna americana, ha esagerato con l’utilizzo degli oli essenziali fino a finire in ospedale. Come ammette la stessa Rachel, ogni mattina ingeriva una goccia di olio essenziale d’incenso, conosciuto come stimolatore del sistema immunitario. Se le veniva il mal di testa applicava qualche goccia di olio essenziale di menta sulle tempie, la sera si massaggiava i piedi con l’olio essenziale di pompelmo.

Ancora, di giorno utilizzava anche gli oli essenziali di bergamotto e limone. Finché, improvvisamente, dopo un’esposizione solare, le sono comparse delle macchie sulla pelle. Il rash cutaneo è peggiorato per settimane e gli occhi le si sono gonfiati. La donna è dovuta ricorrere alle cure mediche per intossicazione da oli essenziali.

Gli oli essenziali possono essere preziosi alleati della salute, ma vanno assunti con molte precauzioni e non andrebbero mai ingeriti. Non si tratta di oli profumati, ma di sostanze molto forti, capaci di provocare danni seri alla salute!

 

Via | Webmd.com

Le informazioni riportate su GreenStyle.it sono di natura generale e non possono essere utilizzate per formulare indagini cliniche, non devono essere considerate come suggerimenti per la formulazione di una diagnosi, la determinazione di un trattamento, l’assunzione o la sospensione di un farmaco , non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico generico, di uno specialista , di un dietologo o di un fisioterapista. L’utilizzo di tali informazioni e’ sotto la responsabilita’, il controllo e la discrezione unica dell’utente. Il sito non e’ in alcun caso responsabile del contenuto, delle informazioni, dei prodotti e dei servizi offerti dai siti ai quali greenstyle.it puo’ rimandare con link.

Seguici anche sui canali social

I Video di Benessereblog