Additivi alimentari: quali sono quelli pericolosi

Additivi alimentari: quali sono quelli pericolosi

La maggior parte degli additivi alimentari sono innocui, ma alcuni possono essere pericolosi per la salute e provocare malattie e tumori.

Gli additivi alimentari sono sostanze naturali o artificiali che vengono aggiunte agli alimenti, in particolare a quelli confezionati di produzione industriale, per conservarli, preservarli da contaminazioni microbiche, irrancidimento e per migliorare l’aspetto e la consistenza. Gli additivi alimentari sono in molti casi sostanze innocue come vitamine, amminoacidi, antiossidanti naturali e addensanti come la pectina.

Solfiti, licopene e antocianine sono un esempio di additivi alimentari naturali che possono essere aggiunti agli alimenti per conservarli e preservare le loro caratteristiche organolettiche a lungo. Ma non sempre il fatto che siano naturali significa che sono anche innocui. Vediamo una lista degli additivi alimentari pericolosi per la salute:

  • Nitrati e nitriti, utilizzati per la conservazione delle carni, si trasformano in nitrosammine, molecole potenzialmente cancerogene. Un’esposizione prolungata ai nitriti è può aumentare il rischio di tumori allo stomaco e all’esofago.
  • I dolcificanti artificiali come l’aspartame e la saccarina.
  • Oli vegetali bromurati.
  • Il glutammato monosodico.
  • Sciroppo di fruttosio.
  • Parabeni.
  • Anidride solforosa.
  • Butilidrossianisolo E20( BHA ).
  • Nitrato di sodio.
  • Solfito di sodio.
  • Olio vegetale parzialmente idrogenato.
  • Azodicarbonammide.
  • Coloranti alimentari.

Seguici anche sui canali social

I Video di Benessereblog