Sclerosi multipla, la cura in un batterio dell’intestino

Sclerosi multipla, la cura in un batterio dell’intestino

La nuova frontiera dei farmaci sono i farma-microbi, micorganismi capaci di curare molte malattie, come la sclerosi multipla.

Una ricerca pubblicata sulla rivista Cell Reports e condotta da un team di ricercatori dell’Università dell’Iowa e della Mayo Clinic ha riportato un risultato straordinario. Uno dei moltissimi batteri della flora intestinale umana è in grado di curare la sclerosi multipla. Questo è quanto affermano gli scienziati che sono riusciti a isolarlo e studiarlo.

Il batterio protagonista si chiama Prevotella histicola e abita l’intestino di moltissime persone sane. Ma chi soffre di sclerosi multipla potrebbe non ospitarlo nel proprio organismo. Nell’esperimento il batterio dell’intestino è stato trapiantato nel corpo di malati di sclerosi multipla, ottenendo ottimi risultati.

Dopo il trasferimento nei soggetti malati di sclerosi multipla è diminuita infatti la concentrazione di due proteine che causano l’infiammazione. Non solo, è aumentata la concentrazione di cellule immunitarie, come i linfociti T, che contrastano la malattia. La nuova frontiera della farmacologia è nel nostro intestino!

 

Via | Ansa.it

Le informazioni riportate su GreenStyle.it sono di natura generale e non possono essere utilizzate per formulare indagini cliniche, non devono essere considerate come suggerimenti per la formulazione di una diagnosi, la determinazione di un trattamento, l’assunzione o la sospensione di un farmaco , non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico generico, di uno specialista , di un dietologo o di un fisioterapista. L’utilizzo di tali informazioni e’ sotto la responsabilita’, il controllo e la discrezione unica dell’utente. Il sito non e’ in alcun caso responsabile del contenuto, delle informazioni, dei prodotti e dei servizi offerti dai siti ai quali greenstyle.it puo’ rimandare con link.

Seguici anche sui canali social

I Video di Benessereblog