Parassitosi: quali sono le più comuni e come evitarle

Parassitosi: quali sono le più comuni e come evitarle

Sono molti i parassiti capaci di trasmetterci delle malattie infettive: scopriamo insieme quali sono le parassitosi più diffuse.

Con il termine parassitosi si intende una malattia infettiva trasmessa da un organismo vivente unicellulare o pluricellulare che entra nel nostro corpo per nutrirsi, crescere e riprodursi. Molti parassiti vivono dentro l’organismo senza causare malattie. Alcuni parassiti invece possono causare direttamente patologie anche serie o danneggiare l’ospite attraverso la produzione di tossine. Sono tre i tipi di parassiti che infettano gli esseri umani provocando le parassitosi:

  • I protozoi
  • Gli elminti
  • Gli ectoparassiti

Ecco una lista di tutte le parassitosi umane più diffuse:

  • Amebiasi
  • Blastocistosi
  • Criptosporidiosi 
  • Giardiasi
  • Leishmaniosi
  • Malaria
  • Toxocariasi
  • Toxoplasmosi
  • Trichomoniasi
  • Tripanosomiasi africana (o malattia del sonno)
  • Tripanosomiasi americana (o malattia di Chagas)
  • Ascaridiasi
  • Babesiosi
  • Anchilostomiasi
  • Echinococcosi
  • Filariasi
  • Miasi
  • Ossiuriasi
  • Schistosomiasi
  • Strongiloidiasi
  • Trichinosi
  • Trichiuriasi
  • Tungiasi
  • Teniasi
  • Malattia di Lyme
  • Rickettsiosi
  • Tularemia
  • Ehrlichiosi
  • Meningoencefalite da zecche

I sintomi delle parassitosi e le cure dipendono dal tipo di parassiti che hanno infettato l’organismo. In molti casi i sintomi delle parassitosi comprendono una forte disidratazione e la perdita di peso, dal momento in cui il parassita si nutre attraverso il corpo umano. La prevenzione delle parassitosi è la fase più importante: una corretta igiene consente di scongiurare infezioni talvolta gravi.

 

 

Le informazioni riportate su GreenStyle.it sono di natura generale e non possono essere utilizzate per formulare indagini cliniche, non devono essere considerate come suggerimenti per la formulazione di una diagnosi, la determinazione di un trattamento, l’assunzione o la sospensione di un farmaco , non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico generico, di uno specialista , di un dietologo o di un fisioterapista. L’utilizzo di tali informazioni e’ sotto la responsabilita’, il controllo e la discrezione unica dell’utente. Il sito non e’ in alcun caso responsabile del contenuto, delle informazioni, dei prodotti e dei servizi offerti dai siti ai quali greenstyle.it puo’ rimandare con link.

Seguici anche sui canali social

I Video di Benessereblog