Dolore sotto l’ascella: possibili cause e rimedi

Dolore sotto l’ascella: possibili cause e rimedi

Quali sono le possibili cause del dolore sotto l'ascella? E cosa possiamo fare per alleviarlo?

 

A molte persone capita di soffrire, talvolta, di dolore sotto l’ascella. Sarà capitato a tutti almeno una volta nella vita, non è vero? Ebbene, dovete sapere che esistono diverse condizioni che possono causare la spiacevole sensazione di dolore alle ascelle, e queste condizioni possono andare dai problemi della pelle alle infezioni, fino a problemi che interessano anche il sistema immunitario. In base alla gravità della condizione, il soggetto potrebbe avvertire un leggero fastidio o anche un vero e proprio dolore.

Le cause del dolore sotto l’ascella

Le più comuni e possibili cause del dolore sotto l’ascella includono problemi e condizioni come:

  • Linfonodi ingrossati: questo problema può essere provocato da condizioni come un comune raffreddore, la presenza di infezioni delle vie respiratorie superiori, un’infezione virale, mal di gola, infezione alle orecchie, ma anche da malattie come il morbillo, la mononucleosi e altre condizioni che non dovrebbero essere ignorate o sottovalutate.
  • Utilizzo di deodoranti e prodotti aggressivi, ma anche l’uso di saponi e detergenti per bucato che contengono sostanze potenzialmente irritanti per la pelle.
  • Psoriasi: una condizione molto fastidiosa che può colpire anche la zona delle ascelle
  • Infezioni batteriche: per evitare che possano svilupparsi tali infezioni, sarà importante mantenere le ascelle pulite e asciutte.
  • Dolore muscolare: in tal caso, sarà utile applicare degli impacchi di ghiaccio in modo da ridurre l’affaticamento muscolare. Anche l’assunzione di farmaci antinfiammatori può inoltre aiutare a ridurre il dolore nella zona interessata.
  • Cancro: i linfonodi nell’ascella potrebbero gonfiarsi o potrebbero fare male se una persona ha il cancro o se si sta sottoponendo a dei trattamenti contro questa malattia.
  • Cisti: la presenza di cisti potrebbe causare gonfiore e dolore.
  • Lipomi: possonopresentarsi nelle parti molli di collo, ascelle, dorso, cosce, braccia, natiche. In presenza di tali escrescenze sottocutanee è sempre importante non ignorare il problema e consultare un medico.
  • Diabete: può causare neuropatia o danni ai nervi, provocando bruciore e dolore anche nella zona delle ascelle
  • Artrite reumatoide: provoca gonfiore e infiammazione, e il dolore potrebbe interessare anche l’ascella
  • Herpes zoster: questo problema può causare una sensazione di bruciore sotto l’ascella, accompagnato da una dolorosa eruzione cutanea.
  • Arteriopatia periferica: si tratta di una patologia che colpisce il sistema circolatorio, ed è caratterizzata da un restringimento dei piccoli vasi sanguigni delle braccia e delle gambe, che comporta a sua volta una riduzione del flusso di ossigeno nei tessuti circostanti, e che può quindi causare una sensazione di dolore.

Come ridurre il dolore sotto l’ascella

Se in questo periodo vi capita di soffrire di un dolore sotto le ascelle, e e questa sensazione non dovesse passare dopo un breve periodo di tempo, sarà senz’altro fondamentale consultare il medico, in modo da escludere le cause più preoccupanti, e trattare il problema nel modo migliore. Il trattamento andrà stabilito naturalmente in base alle cause che hanno causato il disturbo.

Per evitare che le ascelle possano fare ulteriormente male, sarà inoltre utile mettere in pratica una serie di semplici consigli, come ad esempio:

  • Indossare abiti abbastanza comodi che non stringano nella zona delle ascelle.
  • Evitare la rasatura, in particolar modo con rasoio (che può causare ulteriore irritazione, bruciature e tagli).
  • Evitare di condividere strumenti o prodotti per l’igiene personale con altre persone, in modo da tenere alla larga il rischio di infezioni.
  • Evitare di usare dei prodotti aggressivi per la pelle, ma optare sempre per saponi e deodoranti che abbiano un buon INCI (ovvero una buona lista di ingredienti).

via | MedicalNewsToday

Le informazioni riportate su GreenStyle.it sono di natura generale e non possono essere utilizzate per formulare indagini cliniche, non devono essere considerate come suggerimenti per la formulazione di una diagnosi, la determinazione di un trattamento, l’assunzione o la sospensione di un farmaco , non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico generico, di uno specialista , di un dietologo o di un fisioterapista. L’utilizzo di tali informazioni e’ sotto la responsabilita’, il controllo e la discrezione unica dell’utente. Il sito non e’ in alcun caso responsabile del contenuto, delle informazioni, dei prodotti e dei servizi offerti dai siti ai quali greenstyle.it puo’ rimandare con link.

Seguici anche sui canali social

I Video di Benessereblog

La vita sedentaria fa male! Cerchiamo di aggiungere un pò di moto alla nostra giornata