Insetti: a rischio malattie l’80% della popolazione mondiale

Insetti: a rischio malattie l’80% della popolazione mondiale

Gli insetti mettono a rischio la salute dell'80% della popolazione mondiale. Ecco cosa spiega l'Oms.

A causa degli insetti, oltre l’80% della popolazione mondiale rischia di avere delle infezioni provocate da questi animali. Ecco cosa spiega l’Oms.

Insetti – Le zanzare, le mosche e gli altri insetti possono trasmettere molte malattie, come la malaria, la leishmania e diverse altre. Secondo i dati dell’Oms, le popolazioni che corrono un rischio maggiore sono quelle che vivono nelle aree tropicali e subtropicali, e l’80% della popolazione mondiale rischia attualmente di contrarre un’infezione provocata dagli insetti. Per far fronte al problema, l’Organizzazione mondiale della sanità (Oms) ha deciso di mettere in atto un piano, con degli obiettivi da raggiungere entro il 2030.

Stiamo assistendo ad una ricomparsa sempre più marcata di malattie emergenti e riemergenti, che il mondo non è preparato ad affrontare.

Tutto ciò è dovuto alle politiche deboli messe in atto contro le zanzare negli ultimi decenni, che hanno portato alla ricomparsa di malattie molto gravi. Per arginare il problema l’Oms ha dunque deciso di avviare un piano per ridurre la mortalità per le malattie provocate dagli insetti del 75% e l’incidenza del 60% entro il 2030, arrivando a un investimento di circa 5 centesimi di dollari a persona (per un totale di 330 milioni di dollari globalmente), contro 1 centesimo peso attualmente per ogni persona.

via | Ansa

Le informazioni riportate su GreenStyle.it sono di natura generale e non possono essere utilizzate per formulare indagini cliniche, non devono essere considerate come suggerimenti per la formulazione di una diagnosi, la determinazione di un trattamento, l’assunzione o la sospensione di un farmaco , non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico generico, di uno specialista , di un dietologo o di un fisioterapista. L’utilizzo di tali informazioni e’ sotto la responsabilita’, il controllo e la discrezione unica dell’utente. Il sito non e’ in alcun caso responsabile del contenuto, delle informazioni, dei prodotti e dei servizi offerti dai siti ai quali greenstyle.it puo’ rimandare con link.

Seguici anche sui canali social

I Video di Benessereblog