Giornata Mondiale senza Tabacco: l’allarme fumo riguarda anche i giovanissimi

Giornata Mondiale senza Tabacco: l’allarme fumo riguarda anche i giovanissimi

Domani ricorrerà la Giornata Mondiale senza Tabacco, organizzata per combattere il problema del fumo, che riguarda anche i giovani e i giovanissimi!

– theShow” content=”” provider=”youtube” image_url=”http://media-s3.blogosfere.it/scienzaesalute/2/270/maxresdefault-jpg.png” thumb_maxres=”1″ url=”https://www.youtube.com/watch?v=gfk4QYAShXY” embed=”PGRpdiBpZD0nbXAtdmlkZW9fY29udGVudF9fNTcwMDA4JyBjbGFzcz0nbXAtdmlkZW9fY29udGVudCc+PGlmcmFtZSB3aWR0aD0iNTAwIiBoZWlnaHQ9IjI4MSIgc3JjPSJodHRwczovL3d3dy55b3V0dWJlLmNvbS9lbWJlZC9nZms0UVlBU2hYWT9mZWF0dXJlPW9lbWJlZCIgZnJhbWVib3JkZXI9IjAiIGFsbG93ZnVsbHNjcmVlbj48L2lmcmFtZT48c3R5bGU+I21wLXZpZGVvX2NvbnRlbnRfXzU3MDAwOHtwb3NpdGlvbjogcmVsYXRpdmU7cGFkZGluZy1ib3R0b206IDU2LjI1JTtoZWlnaHQ6IDAgIWltcG9ydGFudDtvdmVyZmxvdzogaGlkZGVuO3dpZHRoOiAxMDAlICFpbXBvcnRhbnQ7fSAjbXAtdmlkZW9fY29udGVudF9fNTcwMDA4IC5icmlkLCAjbXAtdmlkZW9fY29udGVudF9fNTcwMDA4IGlmcmFtZSB7cG9zaXRpb246IGFic29sdXRlICFpbXBvcnRhbnQ7dG9wOiAwICFpbXBvcnRhbnQ7IGxlZnQ6IDAgIWltcG9ydGFudDt3aWR0aDogMTAwJSAhaW1wb3J0YW50O2hlaWdodDogMTAwJSAhaW1wb3J0YW50O308L3N0eWxlPjwvZGl2Pg==”]

Giornata Mondiale senza Tabacco – Il fumo danneggia la salute, sia la nostra che quella delle persone che ci stanno intorno, ma nonostante questo sia un dato di fatto assolutamente certo e inconfutabile, ancora tantissime persone continuano ad accendersi la sigaretta, mettendo a rischio persino il benessere dei propri figli. In occasione della Giornata Mondiale senza Tabacco, l’AIRC (Associazione Italiana per la Ricerca sul Cancro) ha tracciato un quadro dell’attuale situazione in Italia e nel mondo, dove arrivano a circa 6 milioni i casi di decessi provocati ogni anno dalle sigarette.

A preoccupare gli esperti vi è anche il fatto che il fumo riguarda praticamente ogni fascia di età, con i giovani e i giovanissimi in prima linea. Secondo gli ultimi dati Istat, in Italia tra gli uomini fumano maggiormente i giovani adulti tra i 25 e i 34 anni (26,4%), mentre tra le donne fumano di più le giovani tra i 20 e i 24 anni (20,5%).

Il fumo interessa però, come abbiamo detto, anche i giovanissimi studenti delle scuole superiori, alcuni dei quali (7,6%) ha ammesso di fumare ogni giorno, esponendosi così a un grande rischio di sviluppare malattie mortali, primo fra tutti il cancro al polmone.

Seguici anche sui canali social

I Video di Benessereblog