Ritardo mentale: quali sono i sintomi e le cause

Ritardo mentale: quali sono i sintomi e le cause

Il ritardo mentale è un disturbo psichiatrico che interessa il 3% della popolazione.

Il ritardo mentale è una malattia psichiatrica caratterizzata da un ritardo o un arresto dello sviluppo psichico della persona che interferisce con lo sviluppo delle abilità cognitive e mentali nell’arco della vita. Il ritardo mentale viene definito come un funzionamento intellettivo al di sotto della media, che limita il funzionamento della persona nella vita quotidiana in diverse aree.

Ad essere interessate dal ritardo mentale sono infatti le sfere della comunicazione, dell’apprendimento, del lavoro, della socialità e della famiglia, ma anche la cura della persona, il tempo libero e la salute. Il ritardo mentale si manifesta sempre prima della maggiore età come un’interruzione o un rallentamento dello sviluppo.

Il ritardo mentale può essere lieve o grave: nel primo caso si tratta di un problema che si manifesta con sintomi poco evidenti, ma può emergere nei primi anni di scuola sotto forma di problemi dell’apprendimento e della socialità. Il ritardo mentale lieve spesso non è associato ad altri problemi di salute e non ostacola un normale proseguimento della vita della persona.

Il ritardo mentale grave si manifesta come un arresto delle capacità intellettive della persona ai 2 o 3 anni dello sviluppo e può comportare seri problemi di tipo motorio, del controllo delle funzioni vitali di base, della comunicazione, oltre ad essere spesso accompagnato da altre patologie.

Il ritardo mentale gravissimo necessita di un costante supporto di altre persone lungo tutto l’arco della vita e impedisce lo svolgimento di qualsiasi attività quotidiana. Le cause del ritardo mentale possono essere di tipo genetico, possono coinvolgere il periodo prenatale o perinatale con traumi, ipossia, malformazioni e malattie come la meningite.

Le informazioni riportate su GreenStyle.it sono di natura generale e non possono essere utilizzate per formulare indagini cliniche, non devono essere considerate come suggerimenti per la formulazione di una diagnosi, la determinazione di un trattamento, l’assunzione o la sospensione di un farmaco , non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico generico, di uno specialista , di un dietologo o di un fisioterapista. L’utilizzo di tali informazioni e’ sotto la responsabilita’, il controllo e la discrezione unica dell’utente. Il sito non e’ in alcun caso responsabile del contenuto, delle informazioni, dei prodotti e dei servizi offerti dai siti ai quali greenstyle.it puo’ rimandare con link.

Seguici anche sui canali social

I Video di Benessereblog