Respiro incompleto: 7 cause che vi sorprenderanno

Respiro incompleto: 7 cause che vi sorprenderanno

Non riuscite a fare dei respiri profondi? Ecco quali sono le cause da conoscere.

Respiro incompleto – A molte persone può succedere di non riuscire a fare dei respiri profondi. Questo fenomeno può causare ansia e paura, e peggiorare ulteriormente il problema, noto anche come “fame d’aria“. Non essere in grado di fare un respiro profondo è di solito collegato a condizioni psicologiche o anche a problemi di salute fisica. Ecco quali sono le possibili cause da non sottovalutare:

  • Polmonite: è un tipo di infezione polmonare causata da batteri o virus nei polmoni. È più comune nei bambini piccoli e negli anziani
  • Ansia: fra i possibili problemi causati dall’ansia vi sono anche quelli respiratori
  • Obesità e sovrappeso: in questo caso l’addome può spingersi nello spazio polmonare e rendere difficile prendere un respiro profondo. L’obesità può anche aumentare il rischio di soffrire di malattie respiratorie come asma, insufficienza cardiaca congestizia e enfisema.
  • BPCO (o Broncopneumopatia cronica ostruttiva)
  • Asma
  • Un coagulo di sangue nei polmoni, chiamato anche embolia polmonare. Questo blocca il flusso d’aria nei polmoni e può far sentire come se non si potesse respirare profondamente. E’ una grave emergenza medica e richiede cure immediate.
  • Attacco cardiaco: uno dei primi segni di attacco cardiaco è la sensazione di pressione al torace e di schiacciamento nel petto.

via | NewHealthAdvisor

Le informazioni riportate su GreenStyle.it sono di natura generale e non possono essere utilizzate per formulare indagini cliniche, non devono essere considerate come suggerimenti per la formulazione di una diagnosi, la determinazione di un trattamento, l’assunzione o la sospensione di un farmaco , non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico generico, di uno specialista , di un dietologo o di un fisioterapista. L’utilizzo di tali informazioni e’ sotto la responsabilita’, il controllo e la discrezione unica dell’utente. Il sito non e’ in alcun caso responsabile del contenuto, delle informazioni, dei prodotti e dei servizi offerti dai siti ai quali greenstyle.it puo’ rimandare con link.

Seguici anche sui canali social

I Video di Benessereblog

Tumori rari: il progetto “Accelerator Award” di Marcello Deraco