Idrocefalo: sintomi e cure

Idrocefalo: sintomi e cure

L'idrocefalo è una condizione che può colpire i neonati, i bambini e gli adulti e comporta un aumento della pressione intracranica con serie conseguenze.

L’idrocefalo è una condizione patologica che prevede l’eccessivo accumulo di liquido cerebrospinale nel cervello. Il liquor, o liquido cefalorachidiano si accumula nei ventricoli cerebrali, facendoli dilatare. Questa anomala dilatazione può provocare seri danni ai tessuti cerebrali, comportando conseguenze anche molto serie per la salute.

L’idrocefalo o idrocefalia è una condizione medica che si può sviluppare a causa di una iperproduzione di liquor a livello dei plessi corioidei, a causa di un blocco della circolazione del liquido cerebrospinale, oppure a causa di una riduzione del suo assorbimento. In caso l’idrocefalo si presenti nei neonati, la patologia può sfociare nel macrocefalo, in cui la dilatazione dei ventricoli provoca un rigonfiamento delle ossa craniche, ancora tenere.

I sintomi dell’idrocefalo dipendono molto dall’entità del danno ai tessuti cerebrali provocato dalla dilatazione dei ventricoli, ma anche dalle cause e dalla zona in cui si accumula il liquido in eccesso. Tra i sintomi più comuni figurano l’aumento delle dimensioni del cranio, convulsioni, crisi epilettiche, vomito, inappetenza, occhi calanti verso il basso, paralisi, ritardi psichici o cognitivi, problemi del movimento, disturbi della vista, della memoria, dell’umore, demenza, febbre, letargia e molti altri.

L’idrocefalo non curato può essere fatale e il trattamento possibile è soltanto di tipo chirurgico. In questo caso viene inserito un drenaggio nel cranio, chiamato shunt, che drena il liquor dal ventricolo cerebrale a una zona dell’addome. Molte persone affette da idrocefalia devono portare questo sistema nel corpo per tutta la vita. Sono più rare le operazioni in cui viene forato un ventricolo per far defluire il liquor o vengono bruciati i centri che producono il liquido in eccesso.

 

Foto | Flickr

Le informazioni riportate su GreenStyle.it sono di natura generale e non possono essere utilizzate per formulare indagini cliniche, non devono essere considerate come suggerimenti per la formulazione di una diagnosi, la determinazione di un trattamento, l’assunzione o la sospensione di un farmaco , non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico generico, di uno specialista , di un dietologo o di un fisioterapista. L’utilizzo di tali informazioni e’ sotto la responsabilita’, il controllo e la discrezione unica dell’utente. Il sito non e’ in alcun caso responsabile del contenuto, delle informazioni, dei prodotti e dei servizi offerti dai siti ai quali greenstyle.it puo’ rimandare con link.

Seguici anche sui canali social

I Video di Benessereblog

Cos’è il colangiocarcinoma: quali sono le possibili terapie e l’aspettative di vita