Sindrome del tramonto: definizione, sintomi e farmaci utili

Sindrome del tramonto: definizione, sintomi e farmaci utili

La sindrome del tramonto colpisce alcuni anziani affetti da demenza: scopri quali sono i sintomi.

Molti anziani che soffrono di demenza, ad esempio di Alzheimer, vedono peggiorare i loro sintomi con il calare della sera. Questa è la sindrome del tramonto: in alcuni casi i pazienti possono manifestare dei sintomi nuovi che di giorno non si manifestano. I sintomi più comuni della sindrome del tramonto sono uno stato generale di confusione, disorganizzazione del pensiero e del linguaggio, disorientamento e agitazione.

In alcuni casi la sindrome del tramonto può portare gli anziani a comportamenti aggressivi, determinati spesso da un mancato controllo degli impulsi o dalla paura. Bisogna sempre ricordare che gli anziani affetti da demenza sono soggetti a un calo cognitivo e percettivo abbastanza consistente e possono interpretare male anche un gesto affettuoso.

Uno degli aspetti più curiosi della demenza consiste nella perdita progressiva della vista e in particolare della capacità di distinguere i colori. In molti casi le persone con demenza avanzata non sono in grado di percepire correttamente il colore bianco e sembra che tutte le superfici di questo colore vengano percepite come trasparenti o inesistenti. Proprio per questo motivo le pareti delle case di riposo, così come i camici degli infermieri sono colorati e non bianchi.

La sindrome del tramonto ha a che fare con queste peculiarità nella degenerazione percettiva e cognitiva: e cause della sindrome del tramonto sono infatti da ricercarsi nella stanchezza della sera e nella scarsa presenza di luce naturale. La stanchezza può ridurre l’energia mentale e quindi le capacità cognitive, mentre la penombra può nascondere alcuni punti di riferimento spaziali indispensabili per gli anziani e far sembrare un ambiente come diverso, ostile.

Le informazioni riportate su GreenStyle.it sono di natura generale e non possono essere utilizzate per formulare indagini cliniche, non devono essere considerate come suggerimenti per la formulazione di una diagnosi, la determinazione di un trattamento, l’assunzione o la sospensione di un farmaco , non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico generico, di uno specialista , di un dietologo o di un fisioterapista. L’utilizzo di tali informazioni e’ sotto la responsabilita’, il controllo e la discrezione unica dell’utente. Il sito non e’ in alcun caso responsabile del contenuto, delle informazioni, dei prodotti e dei servizi offerti dai siti ai quali greenstyle.it puo’ rimandare con link.

Seguici anche sui canali social

I Video di Benessereblog