Fumo: aumenta l’abitudine soprattutto tra i giovani

Fumo: aumenta l’abitudine soprattutto tra i giovani

L'Istat ha rivelato che sta aumentando l'abitudine al fumo soprattutto tra i giovani.

Fumo – L’Istat ha rivelato che purtroppo l’abitudine al fumo non sta più diminuendo, anzi, ha anche spiegato che a fumare di più sono soprattutto i giovani. Il tutto è stato svelato nell’Annuario Statistico 2016. A fumare sono soprattutto i giovani di età compresa fra i 25 e 34 anni, soprattutto uomini. Anzi, fra gli uomini la percentuale di fumatori è del 24.8%, fra le donne il 15.1%. Fumano di più i giovani fra i 25 e i 34 anni di età (33.5%), seguiti poi dalle donne fra i 55 e i 59 anni (20.4%). L’altro dato interessante è che secondo l’Istat l’abitudine a fumare non sta più diminuendo: nel 2013 a fumare era il 20-9% della popolazione over 14, nel 2014 il 19.5% e nel 2016 risaliamo al 19.8%.

Per quanto riguarda la distribuzione geografica, pare che fumi di più chi vive al centro con una percentuale del 20.7%, mentre gli abitanti del Nord-Est sono quelli che fumano di meno con il 18.2%. Queste le regioni in cui si fuma di più:

[progressbar title=”Campania” percentage=”yes” value=”23.4″]
[progressbar title=”Umbria” percentage=”yes” value=”22.8″]
[progressbar title=”Basilicata” percentage=”yes” value=”21.5″]

e queste sono le regioni in cui si fuma di meno:

[progressbar title=”Calabria” percentage=”yes” value=”15.9″]
[progressbar title=”Veneto” percentage=”yes” value=”16.2″]
[progressbar title=”Puglia” percentage=”yes” value=”17.6″]

Via | Ansa

Foto | cagrimmett

Le informazioni riportate su GreenStyle.it sono di natura generale e non possono essere utilizzate per formulare indagini cliniche, non devono essere considerate come suggerimenti per la formulazione di una diagnosi, la determinazione di un trattamento, l’assunzione o la sospensione di un farmaco , non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico generico, di uno specialista , di un dietologo o di un fisioterapista. L’utilizzo di tali informazioni e’ sotto la responsabilita’, il controllo e la discrezione unica dell’utente. Il sito non e’ in alcun caso responsabile del contenuto, delle informazioni, dei prodotti e dei servizi offerti dai siti ai quali greenstyle.it puo’ rimandare con link.

Seguici anche sui canali social

I Video di Benessereblog